ARISA

17 LUGLIO

BIOGRAFIA

Il nome d’arte ARISA è un acronimo familiare - A (il padre Antonio) R (lei, Rosalba) I (la sorella Isabella) S (la sorella Sabrina) A (la madre Assunta): è così che il pubblico italiano ha conosciuto Rosalba Pippa, cantante, attrice, scrittrice, personaggio televisivo.

La sua è indubbiamente una delle più belle voci femminili italiane, capace di emozionare anche i palati più fini. Decisamente precoce l’approccio musicale: all'età di quattro anni partecipa al suo primo concorso canoro eseguendo "Fatti mandare dalla mamma" di Gianni Morandi. Nel 2007 vince una borsa di studio come interprete presso il CET, la scuola di musica fondata da Mogol e qui conosce Giuseppe Anastasi con cui instaura un proficuo sodalizio sia artistico che umano. Nel 2008 Arisa viene prodotta da Maurizio Filardo e da Giuseppe Mangiaracina con la loro etichetta MAFI. Vince SanremoLab e viene ammessa fra le “Proposte” di Sanremo 2009. È il suo vero debutto. Un esordio esaltante: la “nuova proposta” ARISA vince il Festival di Sanremo 2009 con il brano “Sincerità”. La canzone conquista la prima posizione nella classifica di iTunes ancora prima dell’incoronazione sul palco dell’Ariston, dove la giovane artista si esibisce anche accompagnata al pianoforte dal Maestro Lelio Luttazzi. Al Festival il suo talento conquista tutti: si aggiudica il Premio della Critica intitolato a Mia Martini e il Premio Assomusica Casa Sanremo.

Dopo l’affermazione sanremese arrivano altri riconoscimenti prestigiosi. A maggio 2009 è a Trieste fra i protagonisti dei TRL Music Awards di Mtv e riceve il disco d’oro per l’album “Sincerità”. Si esibisce all’Arena di Verona nei Wind Music Awards e viene premiata come giovane rivelazione dell’anno. L’estate 2009 è dedicata soprattutto all’attività live: inizia un lungo tour e a giugno si esibisce allo stadio San Siro di Milano nel concerto benefico “Amiche per l’Abruzzo”. A settembre viene invitata a cantare al Quirinale. Nel 2010 torna al Festival di Sanremo con il brano Malamorenò accompagnata dal trio Le Sorelle Marinetti e contemporaneamente al singolo viene pubblicato l'omonimo album Malamorenò.

Il 2011 è l'anno del debutto come attrice cinematografica. Interpreta il ruolo di Chiara nel film Tutta colpa della musica diretto da Ricky Tognazzi, presentato alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Oltre a recitare, Arisa canta il tema del film “Il tempo che verrà”, brano scritto da leiin collaborazionecon Giuseppe Barbera e Giuseppe Anastasi. Il promettente esordio cinematografico viene confermato con la presenza alla pellicola La peggior settimana della mia vita di Alessandro Genovesi, come attrice e come interprete della colonna sonora L'amor sei tu.L’anno si chiude con la partecipazione da giurata alla quinta edizione di X Factor, il famoso talent di Sky Uno che la vede giudice ancora nel 2012 e nel 2016.

Nel 2012 viene pubblicato il suo primo romanzo Il Paradiso non è granché (Storia di un motivetto orecchiabile), edito da Mondadori ed esce il suo terzo album, “Amami”, prodotto da Mauro Pagani, in contemporanea con l'uscita del singolo "La notte", presentato al Festival di Sanremo 2012. Arisa si classifica al secondo posto e pochi mesi dopo l'ottimo risultato viene ulteriormente sottolineato dalla vincita del "Sanremo HIT Download". A fine marzo prende il via l'AMAMI TOUR che vede Arisa protagonista nei teatri e nelle piazze d'Italia per tutta l'estate.

A novembre dello stesso anno pubblica il suo primo album live “Amami Tour”, contenente anche due inediti: "Senza Ali" e "Meraviglioso amore mio", branoscelto come colonna sonora del film "Pazze di me" di Fausto Brizzi . Nelle sale cinematografiche esce il cartone animato “Un mostro a Parigi” prodotto da Luc Besson, dove Arisa doppia Lucille e a dicembre è tra i protagonisti della commedia romantica di Neri Parenti “Colpi di Fulmine”.

Il 2013 vede l’artista impegnata in tournèe nell’ARISA AMAMI TOUR 2013 e nel doppiaggio di Lucy Wilde per il film Cattivissimo Me 2.  L’anno dopo Arisa partecipa per la quarta volta al Festival di Sanremo e lo vince con il brano "Controvento", contenuto nell'album "Se Vedo Te". Nei primi mesi del 2014presta la voce al personaggio Gloria del film d'animazione Barry, Gloria e i Disco Worms. L’anno dopo Carlo Conti la sceglie come co-conduttrice del Festival di Sanremo 2015, insieme a Emma Marrone e all'attrice Rocío Muñoz Morales. Il 2016 torna in gara al Festival di Sanremo con il brano “Guardando il Cielo”, che anticipa l'uscita del suo quinto album in studio, anch'esso intitolato "Guardando il cielo”.

Quest’anno arriva alla Cittadella del Cinema di Giffoni per l’anteprima di Cattivissimo Me 3, film che la vede ancora una volta dare voce al personaggio Lucy.

  • Filmografia:

    CINEMA
    Tutta colpa della musica, regia di Ricky Tognazzi (2011)
    La peggior settimana della mia vita, regia di Alessandro Genovesi (2011)
    Colpi di fulmine, regia di Neri Parenti (2012)
    La verità, vi spiego, sull'amore, regia di Max Croci (2017)

    TELEVISIONE
    Victor Victoria - Niente è come sembra
     (2010)
    X Factor (2011-2012, 2016)
    Festival di Sanremo 2015 (2015)
    Monte Bianco - Sfida verticale (2015)

    DOPPIAGGIO
    Un mostro a Parigi
    , regia di Bibo Bergeron (2012) - voce di Lucille
    Cattivissimo me 2, regia di Pierre Coffin e Chris Renaud (2013) - voce di Lucy Wilde
    Barry, Gloria e i Disco Worms, regia di Thomas Borch Nielsen (2014) - voce di Gloria
    Cenerentola, regia di Kenneth Branagh (2015) - interpretazione di Liberi, adattamento della canzone Strong


  • Discografia:

    ALBUM IN STUDIO
    2009 - Sincerità
    2010 - Malamorenò
    2012 - Amami
    2014 - Se vedo te
    2016 - Guardando il cielo

    ALBUM DAL VIVO
    2012 - Amami Tour

    RACCOLTE
    2016 - Voce - The Best Of

    ALTRE COLLABORAZIONI
    2013 - Big Fish feat. Arisa - Luce sarà
    2014 - Club Dogo feat. Arisa - Fragili
    2016 - Tricarico feat. Arisa - Una cantante di musica leggera
    2017 - J-Ax & Fedez feat. Arisa - Meglio tardi che noi


  • Opere:

    LIBRI
    Il paradiso non è un granché. Storia di un motivetto orecchiabile
     (Arnoldo Mondadori Editore, 2012)
    Tu eri tutto per me (Arnoldo Mondadori Editore, 2013)


finanziatoda nuovo