Lunedì, 15 Gennaio 2018 11:10

“Un sacchetto di biglie”: dal 18 gennaio al cinema l’Olocausto raccontato ai ragazzi

Il teaser del film è stato presentato durante la 46esima edizione del Giffoni Film Festival

 

Un tuffo nella storia vissuta con gli occhi e il coraggio dei bambini: “Un sacchetto di biglie”, il film tratto dal best seller di Joseph Joffo, “Un sac de billes” (1973) arriverà nelle sale italiane giovedì 18 gennaio. L’opera, distribuita da Notorious Pictures, è stata presentata nel 2016 al pubblico della 46esima edizione del Giffoni Film Festival, a cui è stato dedicato uno speciale teaser molto apprezzato dai giurati.

Il lungometraggio, diretto da Christian Duguay (stesso regista di “Belle & Sebastien -L’avventura continua”) racconta la storia vera di due giovani fratelli ebrei nella Francia occupata dai tedeschi che, con una dose sorprendente di malizia, coraggio e ingegno riescono a sopravvivere alle barbarie naziste e a ricongiungersi alla famiglia. “Un sacchetto di biglie” pur descrivendo un periodo tra i più oscuri e complicati della storia, l’Olocausto, riesce a regalare speranza e positività grazie una narrazione che passa attraverso gli occhi dei bambini, irriducibilmente pieni di fiducia nei confronti del mondo.

Tra i protagonisti i due giovani attori Dorian Le Chech e Batyste Fleurial nei panni, rispettivamente, di Joseph e Maurice Joffo. I ruoli del padre e della madre dei ragazzi, invece, sono affidati agli attori Patrick Bruel (nominato ai César nel 2013 per  il film “Cena tra amici”) ed Elsa Zylberstein (conosciuta per opere come “Gemma Bovery”, “Ti amerò sempre” e “Farinelli - Voce regina”). Diversi anche gli interpreti impegnati in ruoli secondari, tra questi Bernard Campan, Christian Clavier, Kev Adams e Holger Daemgen.

Il trailer del film è disponibile al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=58-GerRZTxg&feature=youtu.be

Last modified on Lunedì, 15 Gennaio 2018 11:35

finanziatoda nuovo