Venerdì, 27 Ottobre 2017 11:45

Terminata la quinta edizione di Giffoni Macedonia, tanti i progetti per i prossimi tre anni

Si è chiusa la quinta edizione di Giffoni Macedonia ma la voglia di guardare al futuro non si ferma. “Ho avuto modo di apprezzare l'attenzione, la vivacità, l'energia e il grande impegno delle organizzazioni pubbliche e private, sono loro ad aver favorito la continuità ed il successo dell'evento - spiega il direttore del Gex, Claudio Gubitosi - a riprova di quanto sia importante per Giffoni questo hub regionale, confermiamo che per i prossimi tre anni assegneremo alla Macedonia ulteriori progetti e nuove attività continuative nel campo della formazione, innovazione e produzione”.

Un sentito ringraziamento va al ministro della Cultura Macedone Robert Alagjozovski, al vice ministro Vladimir Lasovski, al direttore della Cineteca, Vladimir Angelovski, al capo di gabinetto del ministro Todorche Taveski e all'ambasciatore d'Italia Carlo Romeo. Un’iniziativa riuscita grazie anche all’impegno del direttore dell'Agenzia Nazionale per il cinema, Gorjan Tozija, co-produttore dell'evento e ai volontari, bravissimi e premurosissimi, agli sponsor e a quanti, con la loro partecipazione, hanno contribuito al successo di questa edizione. Giffoni Macedonia gode del cofinanziamento del nostro Ministero della Cultura, Direzione Generale per il Cinema.

“Al direttore Darko Basheski che, con determinazione e professionalità, ha organizzato questa quinta edizione - aggiunge Gubitosi -  vanno le nostre congratulazioni che estendiamo a tutto il team e, in particolar modo, alla professionale Dea Krstevska. A gennaio mi recherò di nuovo a Skopje per firmare un più ampio ed articolato protocollo di cooperazione”.

Tanto entusiasmo anche da parte dei 13 giffoners che hanno partecipato attivamente al Festival macedone: “Sono state giornate molto movimentate - raccontano i giurati - siamo stati divisi in due gruppi per fasce di età, i "seniors" e i "cadets", entrambi ogni mattina impegnati nell'importante compito di visionare i film in concorso, scegliendo quelli con il più profondo significato e la migliore resa cinematografica”.

I ragazzi si sono ambientati al meglio nella città sede del festival, per trarre da questa esperienza una mentalità più aperta alla globalizzazione e all'uguaglianza. “Noi della delegazione italiana abbiamo partecipato anche al corso di fotografia - continuano - un’opportunità per scoprire la capitale macedone, Skopje, e farci entrare in contatto con quelle che sono le sfumature di questa magica città. A Giffoni va tutta la nostra riconoscenza per questa indimenticabile avventura". 

Last modified on Venerdì, 27 Ottobre 2017 12:00

Media

Giffoni Macedonia Youth Film Festival

Beginning of 5th Giffoni Macedonia Youth Film Festival - Cadets and Seniors music: Molokai

finanziatoda nuovo