Venerdì, 21 Luglio 2017 11:19

Musica e cinema insieme per il sociale con Giffoni e Aura

Forti emozioni ieri al Giardino degli Aranci alla Serata musicale di Aura, in un connubio di musica e cinema senza perdere di vista gli scopi sociali che sono lo spirito animatore della Associazione presieduta da Alfonsina Novellino. La serata è stata aperta da due giovani musicisti salernitani, il flautista Franco Ascolese e il pianista Gaetano Tortora che in onore del Festival hanno eseguito tre brani tratti da colonne sonore firmate dal grande Ennio Morricone.

Dal cinema ha preso spunto anche il Coro Giovanile Il Calicanto, che ha aperto il proprio concerto con brani tratti da alcuni classici Disney (Vuelie, La Bella e la Bestia e Ricordando Anastasia). Diretta dal Maestro Silvana Noschese, la formazione giovanile dell'associazione salernitana Estro Armonicoha regalato al numeroso pubblico presente un’esecuzione impeccabile. “La nostra presenza al GFF – ha dichiarato Noschese – è molto significativa, perché noi crediamo profondamente nella costruzione di un ponte tra la musica e la solidarietà”.

A sprigionar magia anche il momento dedicato al sociale, con la presenza di Salvatore Caputo, giocatore di tennis in carrozzina, fondatore del Movimento Italiano per i Diritti Umani, MIDU, impegnato a sensibilizzare le istituzioni sulle problematiche dell’handicap. AURA ha premiato l’atleta pugliese per il suo forte impegno nel sociale. “Sono molto felice di essere stato ospite di un Festival così bello. I giovani rappresentano la speranza di un futuro migliore, bisogna trasmettere loro valori come la cultura, il rispetto, la famiglia”, ha detto con commozione Caputo, che sta portando avanti l’importante progetto rotariano END POLIO PLUS con lo scopo di sconfiggere entro il 2020 la poliomielite nel mondo.

Il premio è stato consegnato dall’assessore con delega allo sport di Giffoni Valle Piana Francesco Cannoniero: “Siamo orgogliosi che Salvatore abbia scelto proprio Giffoni per portare la sua testimonianza e il suo messaggio solidale. Un gesto che apprezziamo moltissimo perché per essere qui ha affrontato un viaggio molto lungo e sicuramente non semplice”. Cannoniero ha poi ringraziato la Presidente di AURA Alfonsina Novellino e Antonietta Buonanno per “l’amicizia dimostrata durante l’organizzazione di questo evento”. “È solo l'inizio - ha promesso Alfonsina Novellino – perché saremo protagonisti di altre iniziative con Salvatore Caputo ed altri atleti per promuovere e sostenere i valori educativi e formativi dello sport”.

finanziatoda nuovo