Martedì, 07 Febbraio 2017 18:01

Dai banchi dell'ITIS ai desk di Giffoni Experience, l'esperienza di Alternanza Scuola-Lavoro degli studenti del "Glorioso"

 

Dai banchi di scuola alle scrivanie di una delle più dinamiche imprese culturali del territorio: Giffoni Experience torna ad aprire le porte agli studenti per mostrare il proprio lavoro dietro le quinte, confermando l'importante contributo alla formazione che da 46 anni mette in campo per i giovani. 

Si è conclusa, infatti, oggi la prima fase dell'Alternanza Scuola Lavoro per 21 studenti dell'Istituto Tecnico Economico "Glorioso" di Giffoni Valle Piana, progetto partito mercoledì 1 febbraio.
Dopo aver partecipato a 16 ore di lezioni frontali sull'organizzazione e la gestione di un evento culturale, gli allievi sono entrati nel vivo del lavoro mettendo in pratica le nozioni apprese. Affiancati dallo staff del Giffoni Experience, i ragazzi hanno applicato la teoria negli uffici della segreteria organizzativa, partecipando attivamente alla promozione della 22esima edizione di MOVIE DAYS, le storiche giornate di cinema per la scuola, ai nastri di partenza il 2 marzo 2017. In quell'occasione, gli studenti torneranno alla Cittadella del Cinema per lavorare sul campo e mostrare quanto appreso in questa fase.

Uno sforzo non da poco quello dei 21 alunni della IV A che hanno dovuto fare i conti con docenti e dirigenti scolastici, contattando le scuole, spiegando i contenuti proposti dal progetto e arricchendo il database degli istituti già presente negli uffici del Festival.
"Per la prima volta ho avuto l'opportunità di vedere la scuola in un'ottica diversa – racconta Antonino – ho potuto interfacciarmi con gli istituti da adulto e non più da semplice studente, apprendendo i concetti alla base dell'organizzazione e la promozione di eventi. Credo che questo percorso dovrebbe essere continuativo, in modo da offrirci una formazione professionale più ampia della sola preparazione teorica".
"È stata un'occasione fondamentale per mettermi alla prova – aggiunge Federica – non sempre è possibile applicare quanto appreso in aula. Questi pochi giorni mi hanno permesso di scoprire in che modo lavora un'impresa culturale: sono colpita dall'impegno che si cela dietro ad una macchina organizzativa di questa portata".

Last modified on Giovedì, 09 Febbraio 2017 16:32

Media

finanziatoda nuovo