Venerdì, 14 Luglio 2017 12:16

Il Ministro Dario Franceschini: “Mi impegno per il terzo lotto della Giffoni Multimedia Valley”

“Giffoni è un punto di orgoglio del Paese. Quando le idee sono buone, originali, accompagnate dal sudore, dalla fatica e dall'intraprendenza, si giunge ai risultati concreti”. A parlare, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, in visita alla Multimedia Valley nel primo giorno di Festival accompagnato dal direttore Claudio Gubitosi, dal presidente del Giffoni Experience Piero Rinaldi e dal sindaco di Giffoni Valle Piana Antonio Giuliano.

“Giffoni è un punto di orgoglio del Paese. Quando le idee sono buone, originali, accompagnate dal sudore, dalla fatica e dall'intraprendenza, si giunge ai risultati concreti”. A parlare, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, in visita alla Multimedia Valley nel primo giorno di Festival accompagnato dal direttore Claudio Gubitosi, dal presidente del Giffoni Experience Piero Rinaldi e dal sindaco di Giffoni Valle Piana Antonio Giuliano.

“Ci sono voluti 16 anni - ha sottolineato il Ministro - per realizzare la prima parte della Cittadella del Cinema di Giffoni, altri 16 per la seconda (la Multimedia Valley), prendo l'impegno che non passeranno 16 anni per finire il terzo lotto”.

La Multimedia Valley è il simbolo di una nuova Giffoni, "che in 47 anni - ha evidenziato il Sindaco Antonio Giuliano - è cresciuta in maniera esponenziale". “Abbiamo dimostrato – ha aggiunto il direttore Gubitosi -  che siamo un esempio virtuoso di una Italia che funziona. Un Sud che lavora e non si lamenta, che ama la propria terra, una storia tutta italiana, made in Campania”. “Vivete questo momento e questa 47ª edizione con forza ed energia, come ho fatto io quando ho fatto il giurato”, l'invito del Presidente del Giffoni Experience, Pietro Rinaldi.

"Per me - ha concluso il Ministro - è un orgoglio essere qui e ribadisco che mi impegno a starvi accanto”. Poi, rispondendo a una battuta di Gubitosi che aveva definito il Ministro necessario - come Truffaut aveva definito il Festival -, Franceschini replica con una battuta: “Se sono necessari i festival ed è necessario un Ministro, anche se non penso che quest’ultimo sia vero, un Gubitosi è indispensabile”.

Last modified on Venerdì, 29 Settembre 2017 12:19

Media

finanziatoda nuovo