A SPECIAL DAY

Section: Edition 2010

Synopsis

Rome, May 6, 1938. The whole town is celebrating Hitler. Antonietta, a fascist wife and mother of six children, stays at home overwhelmed by her duties. Chasing a bird escaped from its cage, Antoinette meets a man who lives in the some building, Gabriele, a former radio announcer, homosexual, dismissed by the Radio with the accusation of being a "subversive". Initially Antonietta is suspicious of Gabriele, who seems, however, seeking a human touch. But soon the two, in the solitude of this special day, open their hearts and their tormented souls. In competition at the 31st Cannes Film Festival and nominated for 1977 Oscar as best foreign film, the film, in 1978, won the David di Donatello for Best Director and Best Actress, as well as the Silver Ribbon for Best Screenplay, Best Actress and Best Music. In 2003 it was restored by the Philip Morris Cinema Project in collaboration with the Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale.

 

Sinossi

Roma, 6 maggio 1938. Tutta la città accorre a festeggiare Hitler. Antonietta, moglie fascista e madre di sei figli, rimane a casa presa dai suoi compiti. Inseguendo un pappagallo fuggito dalla gabbia, Antonietta incontra un coinquilino, Gabriele, ex annunciatore radiofonico, omosessuale, cacciato dalla radio con l'accusa di essere un "sovversivo". Inizialmente la donna è diffidente nei confronti di Gabriele che sembra, invece, cercare un contatto umano. Ma presto i due, nella solitudine di questa giornata particolare, aprono i loro cuori e le loro anime tormentate. In concorso al 31° Festival di Cannes e candidato agli Oscar 1977 come miglior film straniero, il film, nel 1978, vince il David di Donatello per la miglior regia e per la miglior attrice protagonista, oltre che i Nastri d’Argento per la miglior sceneggiatura, la miglior attrice protagonista e la musica. Nel 2003 è stato restaurato dall’associazione Philip Morris Progetto Cinema in collaborazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale.

 

a special day regEttore Scola
Born in 1931 in Trevico (Avellino, Italy). After World War II, he went to Rome to study Law. Meanwhile he contributed to humour magazine “Marc’Aurelio”. In the mid-1950s he began writing film scripts. Over the following decade, he co-wrote screenplays for various directors, such as Dino Risi (LOVE AND LARCENY, 1960; THE EASY LIFE, 1962; MARCH ON ROME, 1962; 15 FROM ROME, 1963) and Antonio Pietrangeli (ADUA AND HER FRIENDS, 1960; GHOSTS OF ROME, 1961; I KNEW HER WELL, 1965). He made his directorial debut with the feature film LET’S TALK ABOUT WOMEN (1964), starring Vittorio Gassman like Scola’s following works HARD TIME FOR PRINCES (1964) and THE DEVIL IN LOVE (1966). Over the next years, he worked with all the leading Italian stars (Marcello Mastroianni, Alberto Sordi, Nino Manfredi, Ugo Tognazzi), and directed several feature films, such as THE DRAMA OF JEALOUSY (1970), WE ALL LOVED EACH OTHER SO MUCH (1974), UGLY, DIRTY AND BAD (1976), A SPECIAL DAY (1977), THE TERRACE (1980). In his films he tempered the “Italian-style comedy” with the influence of the neorealism. His following feature films include THE FAMILY (1986, Oscar nomination for Best Foreign Language Film), WHAT TIME IS IT? (1989), THE VOYAGE OF CAPTAIN FRACASSA (1990), THE DINNER (1998), UNFAIR COMPETITION (2001).

 

Ettore Scola
Nato nel 1931 a Trevico (Avellino). Dopo la II guerra mondiale, si trasferisce a Roma per studiare Giurisprudenza. Intanto collabora al giornale umoristico “Marc’Aurelio”. Dalla metà degli anni ’50 inizia a scrivere copioni per il cinema. Nel decennio che segue è sceneggiatore per diversi registi, tra cui Dino Risi (IL MATTATORE, 1960; IL SORPASSO, 1962; LA MARCIA SU ROMA, 1962; I MOSTRI, 1963) e Antonio Pietrangeli (ADUA E LE COMPAGNE, 1960; FANTASMI A ROMA, 1961; IO LA CONOSCEVO BENE, 1965). Debutta alla regia con SE PERMETTETE PARLIAMO DI DONNE (1964), incentrato su Vittorio Gassman come due film successivi di Scola, LA CONGIUNTURA (1964) e L’ARCIDIAVOLO (1966). Negli anni seguenti, Scola lavora con alcuni dei più grandi attori italiani del periodo (Marcello Mastroianni, Alberto Sordi, Nino Manfredi, Ugo Tognazzi), e dirige film come DRAMMA DELLA GELOSIA: TUTTI I PARTICOLARI IN CRONACA (1970), C’ERAVAMO TANTO AMATI (1974), BRUTTI, SPORCHI E CATTIVI (1976), UNA GIORNATA PARTICOLARE (1977), LA TERRAZZA (1980). Nelle sue opere, Scola coniuga la commedia all’italiana e le influenze del neorealismo. Tra i suoi film successivi ricordiamo LA FAMIGLIA (1986, candidato all’Oscar come miglior film straniero), CHE ORA È? (1989), IL VIAGGIO DI CAPITAN FRACASSA (1990), LA CENA (1998), CONCORRENZA SLEALE (2001).

 

Production
Compagnia Cin.Ca Champion
Canafox Films Inc.

 

Festival contact
Print source
Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale

 

Original Title UNA GIORNATA PARTICOLARE
Italian Title UNA GIORNATA PARTICOLARE
Category Out of competition
Section Comizi d'Amore
Tipology Feature Film
Duration 105'
Production Year 1977
Nationality Italy
Directed by Ettore Scola
Screenplay Ruggero Maccari, Ettore Scola, Maurizio Costanzo
Script Ruggero Maccari, Ettore Scola, Maurizio Costanzo
Director of photography Pasqualino De Santis, Idelmo Simonelli
Editor Raimondo Crociani
Production Design Luciano Ricceri
Costume Design Enrico Sabbatini
Music Armando Trovajoli
Main cast Sophia Loren (Antonietta)
Marcello Mastroianni (Gabriele)
John Vernon (Emanuele)
Françoise Berd (Portiera)
Patrizia Basso (Romana)
Tiziano De Persio (Arnaldo)
Produced by Carlo Ponti

finanziatoda nuovo