Verde Irpinia

Terra di origini antiche, l'Irpinia racchiude in sé tutta la magnificenza della regione alla quale appartiene, la Campania. Ne è il cuore, con le sue preziose bellezze storiche, i suoi panorami ancora incontaminati e i suoi prodotti tipici che sono fondamentale riferimento nel panorama enogastronomico nazionale.

La pace, la tranquillità, la ricettività, l'ottima qualità del cibo e del vino, l'accoglienza di un popolo cordiale, l'arte, le tradizioni, l'enogastronomia, le terme, la cultura, l'archeologia contraddistinguono questa terra tutta da scoprire.

Il Giffoni Experience intende farsi promotore della valorizzazione di quest'area così intrisa di storia e tradizioni. Per gli amanti dell'arte, della storia e della natura le alternative sono infinite, così come quelle per chi intende percorrere gli itinerari enogastronomici.

Sono numerosi, infatti, i riconoscimenti per i suoi prodotti tipici a garanzia della loro rinomata qualità. Vini DOCG e DOC, oli DOP, prodotti IGP, Formaggi, Castagne, Tartufi, Cipolla Ramata, Salami, Mieli, Pani, Nocciole, Torroni e tanto altro ancora. Un'autentica esplosione di sapori, da gustare in caratteristici locali che offrono ristorazione tipica o nelle ricche cantine e aziende presenti sull'intero territorio.

Essendo molteplici le attrattive, Giffoni Experience, insieme al suo Dipartimento Digitale, realizzerà il progetto “VerdeIrpinia”,conspot,videoeverieproprifilmdovelaprotagonistasaràquestaterradiindiscussofascino.

Otto gli aspetti che verranno valorizzati e raccontati. Si inizierà con Le Strade dei Formaggi e dei Mieli, passando per Le Strade del Vino, Le Vie dell'Olio e concludendo Tra Castagne e Tartufi.

Suggestivo anche il percorso Tradizioni e Folklore che illustrerà le secolari manifestazione carnascialesche (TarantelladiMontemarano,A'ZezadiMercogliano),iCarridiPaglia(MirabellaEclano,Flumeri,Fontanarosa)i riti della Settimana Santa (su tutti la pluricentenaria Processione del Venerdì Santo di Vallata), i Falò di quasi

tutte le comunità locali (fuochi sacri e allo stesso tempo propiziatori per il raccolto).

Per gli appassionati della Natura, con il Dipartimento Digitale verranno realizzate altrettanti produzioni dove questa sarà la vera protagonista dal momento che l'Irpinia, da sempre, è considerata un luogo incontaminato grazie alla sua lussureggiante vegetazione.

Sono moltissimi, infatti, i luoghi da percorrere e vivere tra leggiadre colline e boschi infiniti. Ideale per trascorrere un week end tra percorsi naturalistici, oasi e parchi, tra aria salubre e paesaggi favolosi. Non solo natura,maanche BorghieCastelli.

Quasi tutti i paesi irpini conservano, infatti, ancora oggi, impianti urbanistici medievali del tutto intatti. Nei centri abitati è possibile percorrere vicoli, stradine e piazzette, contornati dalla presenza di palazzi signorili settecenteschi e ottocenteschi ben conservati.

Le testimonianze architettoniche delle lunghe e susseguenti dominazioni sono ben visibili su tutto il territorio attraverso la presenza di ruderi ed edifici ristrutturati di impianti militari e civili. Tra castelli, torri, cinte murarie e roccaforti se ne contano circa ottanta.

Il viaggio che il Gff intraprenderà si concluderà in bellezza con Arte e Storia. L'Irpinia è una terra molto viva, ancora radicata alle vecchie tradizioni della civiltà contadina e non solo.

Tra una moltitudine di luoghi sacri (santuari di Montevergine, San Gerardo, San Francesco a Folloni, Santissimo Salvatore, Abbazia del Goleto, Chiese, Conventi, Colleggiate e Cattedrali disseminate sull'intero territorio) e tra luoghi ricchi di arte e storia (Musei territoriali di ogni genere) questa provincia vanta un ricco e variegato patrimonio demo-etno-antropologico, oltre che storico e religioso.

finanziatoda nuovo