logo 2014

TEMA

BE DIFFERENT

GIURIE: 3.340 i giurati provenienti da 41 Paesi: Argentina (San Martín de los Andes), Armenia (Erevan), Australia (Adelaide), Azerbaigian (Baku), Belgio (Anversa), Bielorussia (Minsk), Cina (Guangzhou), Corea del Sud (Seul), Croazia (Zagabria), Danimarca (Copenaghen), Egitto (Il Cairo), Estonia, Francia (Saint Quentin, Rouen), Georgia (Tbilisi), Germania (Monaco di Baviera), Giordania (Amman), Grecia (Atene), India (Nuova Delhi), Inghilterra (Brighton & Hove, Londra), Israele (Gerusalemme), Italia, Libano, Lituania (Vilnius), Macedonia (Skopje), Malta (La Valletta, Gozo), Moldavia (Chisinau), Paesi Bassi (Amersfoort), Polonia (Tarnów), Qatar (Doha), Romania (Slatina), Russia (Mosca), Serbia (Belgrado), Slovenia (Lubiana), Spagna (Madrid, Gijon), Sudafrica (Johannesburg), Svezia (Stoccolma), Svizzera (Locarno), Tunisia (Susa), Turchia (Istanbul), Ungheria (Piliscsaba), USA (New York, Chicago, Seattle).

 

SEZIONI COMPETITIVE

Elements +3, la sezione competitiva per i bambini della scuola dell’infanzia (giurati dai 3 ai 5 anni), ha avuto nel 2014 due giorni in più di programmazione. I primi quattro giorni sono stati dedicati a quattro lungometraggi fuori concorso. Il concorso ha visto invece la partecipazione di 25 cortometraggi animati di produzione europea e internazionale provenienti da 20 nazioni (con 4 cortometraggi italiani), realizzati con tecniche diverse, dall’animazione tradizionale, alla stop-motion, fino al 3D. Vincitore è risultato il cortometraggio tedesco WOMBO, di Daniel Acht, su un alieno a forma di patata. Il Premio Giotto Super Bè-Bè è andato all’italiano OBLÒ, di Martina Carossa, Ilaria Giacometti, Eura Pancaldi e Mathieu Narduzzi, prodotto dal Corso d’Animazione del Centro Sperimentale di Cinematografia di Torino.

Elements +6 (giurati dai 6 ai 10 anni) è la sezione composta da lungometraggi e cortometraggi, di fiction e d’animazione, accuratamente selezionati per costituire un primo fulminante incontro per bambini dai 6 ai 10 anni con un cinema di grande qualità capace di coinvolgere la particolare sensibilità dei giovanissimi giurati con avventura, azione, racconti e viaggi fantastici. Molto presente, tra le opere selezionate, è stato il tema dell’edizione del 2014, la differenza. I più votati sono stati il lungometraggio spagnolo di Oskar Santos ZIP, ZAP & LA BANDA DI MARMO, tratto da uno dei più noti e seguiti fumetti spagnoli, e il cortometraggio norvegese SISSY, di Siri Rutlin Harildstad. Secondo classificato tra i lungometraggi, il britannico PUDSEY - UN CICLONE A 4 ZAMPE, di Nick Moore, che ha come protagonista il cane vincitore della sesta edizione del programma televisivo BRITAIN’S GOT TALENT.

Per la sezione Elements +10 (giurati dai 10 ai 12 anni), lungometraggi e cortometraggi che introducono i ragazzi a temi e forme narrative più complessi: dunque non solo avventura, azione, fiabesco, fantastico, ma anche storie realistiche, a tratti drammatiche, che affrontano con intensità questioni di rilevanza contemporanea. Vincono il lungometraggio olandese FINN - MUSICA PER UN SOGNO, di Frans Weisz (sulla passione per la musica vissuta dal piccolo protagonista il cui nome dà il titolo al film), e il commovente cortometraggio spagnolo d’animazione ROPES, di Pedro Solís. Al secondo posto tra i lungometraggi, THE LEGEND OF LONGWOOD (co-produzione Paesi Bassi-Irlanda-Germania), di Lisa Mulcahy. Tra i cortometraggi, è da segnalare l’italiano THRILLER, di Giuseppe Marco Albano.

Generator +13 (giurati dai 13 ai 15 anni) è la sezione che rappresenta per i giurati un incontro indimenticabile con il grande cinema internazionale, e con opere centrate spesso sul tema del superamento, da parte dei giovani personaggi coetanei dei giurati, di limiti interiori e concreti, di problemi esistenziali e sociali, di situazioni complesse e drammatiche che li vedono protagonisti. Il vincitore della sezione è il cubano CONDOTTA, di Ernesto Daranas Serrano, un film – sullo scontro tra educazione e brutalità (della vita di strada e delle istituzioni) – che ha fatto discutere in patria per la libertà, l’indipendenza e il coraggio con cui si spinge a criticare la condizione umana. Hanno ricevuto una buona accoglienza anche il secondo classificato, l’olandese BOYS, di Mischa Kamp, e il lituano THE EXCURSIONIST, di Audrius Juzenas, che ha conquistato il Premio CGS (Cinecircoli Giovanili Socioculturali) - Percorsi Creativi 2013, “perché il film – dice la motivazione ufficiale – raccontando la storia del secondo dopoguerra […] mostra come il regime totalitario sovietico abbia fatto perdere all’uomo ogni valore, ma non sia riuscito ad affievolire l’anelito di libertà e di speranza, rafforzato dalla fede cattolica, che vive nella protagonista, simbolo dell’intero popolo lituano”. Degno di nota anche il lungometraggio che segna il debutto in concorso di un’opera di animazione nella sezione GENERATOR +13, il francese JACK E LA MECCANICA DEL CUORE, prodotto da Luc Besson e tratto dal best seller del cantante e chitarrista Mathias Malzieu, che ha anche diretto il film insieme a Stéphane Berla.

Generator +16 (giurati dai 16 ai 17 anni) è una sezione composta da opere tematicamente controverse e stilisticamente innovative, che svelano i sentimenti, le passioni, le aspirazioni e i sogni dei ragazzi di oggi, mostrando una generazione sorprendente, irrequieta, in continua e inesausta trasformazione, e raccontando spesso del conflitto che si innesca tra questi adolescenti, alla ricerca di una propria identità, e la società in cui vivono, il cui primo nucleo è rappresentato dalla famiglia di appartenenza. Il primo premio è andato al film tedesco EXIT MARRAKECH, di Caroline Link, regista vincitrice nel 2003 del premio Oscar per il miglior film straniero con "Nowhere in Africa". Si è aggiudicato la seconda piazza e il British Film Institute Certificate il coreano HAN GONG-JU, che è l’opera prima del regista Sujin Lee e si era già affermato al Festival di Rotterdam 2014 vincendo il premio Hivos Tiger. Sempre nella sezione Generator +16, lo svedese BROKEN HILL BLUES, di Sofia Norlin, ha conquistato il Premio CIAL per l’ambiente, “per l’approccio poetico e al tempo stesso concreto che la regista ha adoperato per evidenziare il rapporto fra il territorio d'origine e i membri più giovani di una piccola comunità”, mentre il franco-colombiano MATEO, di Maria Gamboa, ha ricevuto il Grifone di Cristallo “Banca della Campania”.

Generator +18 è la sezione dedicata a studenti universitari, genitori, docenti, cinefili, e predilige quindi opere in cui sono messe in scena situazioni drammatiche e talvolta estreme che vedono contrapporsi il mondo della gioventù e l’universo degli adulti. Tra i lungometraggi, ha vinto il coreano HOPE, di Joon-ik Lee (tratto dalla tragica storia vera di una bambina di otto anni), il secondo posto è andato al sudafricano FOUR CORNERS, di Ian Gabriel, mentre il polacco LITTLE CRUSHES, di Aleksandra Gowin e Ireneusz Grzyb, ha ottenuto il British Film Institute Certificate. Si fanno ricordare anche IL GRANDE QUADERNO, distribuito nelle sale cinematografiche italiane, diretto da János Szász e tratto dalla prima parte del libro “Trilogia della città di K.” di Ágota Kristóf, e LA VITA È FACILE AD OCCHI CHIUSI, diretto da David Trueba e interpretato da Javier Cámara, attore feticcio di Pedro Almodóvar. Tra i cortometraggi, nella categoria fiction ha vinto la co-produzione italo-inglese THE NOSTALGIST, di Giacomo Cimini, mentre nella categoria animazione si è imposto il francese SUPERVÉNUS, di Frédéric Doazan. Infine, il Social World Film Festival ha assegnato il Golden Spike Award al cortometraggio argentino di Eitan Pitigliani MI RITROVERAI DENTRO DI TE, e una menzione speciale al cortometraggio danese HELIUM, di Anders Walter.

Nel 2014 è nata una nuova sezione competitiva destinata ai documentari, GEx Doc. L’idea e l’esigenza di creare questa nuova sezione sono scaturite dal numero considerevole di opere documentaristiche dedicate al mondo dei ragazzi. I film selezionati, divisi tra lungometraggi e cortometraggi, raccontano storie di bambini, adolescenti, giovani alle prese con le loro diversità rispetto a un mondo che spesso si dimostra a loro ostile e nel quale la discriminazione sembra non avere colore, razza o confini geografici. Tra i lungometraggi, ha vinto la coproduzione USA-Siria #CHICAGOGIRL - THE SOCIAL NETWORK TAKES ON A DICTATOR, di Joe Piscatella, in cui si racconta la vicenda della diciannovenne Ala’a che, dalla sua camera a Chicago, usa i social media per sostenere e coordinare la rivoluzione in Siria. Il lungometraggio THE BRAIN THAT SINGS (Emirati Arabi Uniti), di Amal Al-Agroobi (sulla musicoterapia come cura dell’autismo) ha conquistato il secondo posto e il premio del Comune di Giffoni Valle Piana. Hanno riscosso un’ottima accoglienza il vincitore dell’Amnesty International Award, ossia lo svizzero LUCKY DEVILS, di Verena Endtner (sul caso del circo Upsala, che a San Pietroburgo cerca di togliere i bambini dalla strada), e il vincitore del premio assegnato dall’Ospedale Bambino Gesù, ossia il russo LINAR, di Nastia Tarasova (poi trasmesso dalla Rai), sul caso di un bambino russo che ha bisogno di un trapianto di cuore ma se lo vede negare dalla legge del suo Paese. Fuori concorso sono stati presentati tre documentari italiani: CI VORREBBE UN MIRACOLO, diretto da Davide Minnella, e interpretato da Elena Di Cioccio e Gianluca Sportelli, che hanno inaugurato la sezione GEX DOC; SARÀ UN PAESE, di Nicola Campiotti (anche lui ospite del Festival); WALT DISNEY E L'ITALIA - UNA STORIA D'AMORE (messo in onda dalla Rai), del critico cinematografico Marco Spagnoli.

 

MyGIFFONI

Nel 2014 è giunto alla quinta edizione il concorso nazionale MyGiffoni, organizzato da Giffoni Experience in collaborazione con gli istituti scolastici e le associazioni culturali, e dedicato ai cortometraggi realizzati da studenti e giovani videomaker. Tre le sezioni, dedicate alle fasce 6-10 anni, 11-13 anni e 14-20 anni. Hanno vinto il Premio Giffoni Experience: SUPERKIDS, di Marco Di Gerlando e Ludovica Gibelli (Associazione Culturale Zuccherarte, Genova); TERRA SPORCA, di Ivan Marangio (I.C. 3 “Karol Wojtyla” / Asd Enjoy Arzanese Basket, Arzano, Napoli); UNA FAVOLA V/NERA, di Fabrizio Denaro e Claudio Falcone (Associazione Soleventi di Girando Intorno al Vesuvio, Sant’Anastasia, Napoli). Hanno vinto invece il Premio Audience Award: RISPETTIAMO L’AMBIENTE, di Francesco Cicciarello (Istituto Comprensivo Raffaele Uccella, Santa Maria Capua Vetere, Caserta); IL QUATTRO GIGANTE, di Biagio De Giovanni, Ludovica Saracca, Valerio Lorito e Pasquale Lorito (L.A.A.V. Officina Teatrale, Salerno); L’ULTIMO GETTONE, di Alex Di Giorgio (Associazione Crescere Insieme, Pontecagnano Faiano, Salerno).

 

MASTERCLASS

Masterclass, giunta nel 2014 al suo sesto anno, è la sezione dedicata ai giurati (dai 18 ai 25 anni) che si sono distinti negli anni precedenti e che intendono lavorare in futuro nel mondo del cinema, dello spettacolo, dell’arte, della comunicazione. I ragazzi, seguiti da tutor d’eccezione, hanno avuto l’opportunità di studiare sceneggiatura con PATRIZIA PISTAGNESI e MASSIMO GAUDIOSO, recitazione con YARI GUGLIUCCI e BARBARA ENRICHI, animazione stop motion con il regista STEFANO BESSONI e con BigRock (scuola dedicata alle nuove tecnologie di computer graphic), giornalismo con ETTORE DE LORENZO. Gli incontri si sono sviluppati in due percorsi formativi: in mattinata la parte didattica; a seguire, nel pomeriggio, una seconda fase riservata agli incontri, veri talk nel corso dei quali approfondire argomenti affrontati nelle lezioni. Ospiti di Masterclass 2014 sono stati: VITTORIO STORARO, uno dei più grandi direttori della fotografia della storia del cinema e vincitore di tre premi Oscar, che si è visto tributare dal Giffoni Experience il Premio “François Truffaut” alla carriera; GINO PAOLI, che ha tenuto una lezione sul diritto d’autore; ALBERT ESPINOSA, l’autore del best seller “Braccialetti rossi”; i THE JACKAL e I NIRKIOP, campioni di visualizzazioni su Youtube; l’attore LUCA MARINELLI, reduce dal successo de “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino; il regista salernitano SYDNEY SIBILIA e l’attore romano PAOLO CALABRESI, che hanno conquistato il pubblico con la commedia “Smetto quando voglio”; CLAUDIO DI BIAGIO e LUCA VECCHI, che hanno presentato il mediometraggio “Dylan Dog - Vittima degli eventi”, realizzato grazie al crowfunding; il poeta DAVIDE RONDONI; il magistrato ANTONIO MARINI, Avvocato Generale presso la Procura Generale della Corte d’Appello di Roma.

Per la sezione competitiva Masterclass Short Competition, ha vinto il cortometraggio animato francese FADED FINERY, di Sonia Gerbeaud e Mathias de Panafieu, mentre il cortometraggio italiano PIUME, di Adriano Giotti, ha ottenuto l’Amnesty International Award.

 

SEZIONI NON COMPETITIVE

ANTEPRIME ED EVENTI SPECIALI
In anteprima a Giffoni: PLANES 2 - MISSIONE ANTINCENDIO, di Bobs Gannaway (Disney); COLPA DELLE STELLE, diretto da Josh Boone e tratto dall’omonimo best seller di John Green (20th Century Fox); STEP UP ALL IN, di Trish Sie (M2 Pictures: presenti a Giffoni, per l’occasione, tre artisti del cast: Ryan Guzman, Guè Pequeno e Lorella Boccia); LE VACANZE DEL PICCOLO NICOLAS, di Laurent Tirard (Bim Distribuzione); TUTTO PUÒ CAMBIARE, di John Carney, con Keira Knightley e Mark Ruffalo (Lucky Red); TRILLI E LA NAVE PIRATA, di Peggy Holmes (Disney); CATA E I MISTERI DELLA SFERA, con un episodio della seconda stagione (Disney Channel); WINX CLUB: IL MISTERO DEGLI ABISSI, di Iginio Straffi (teaser – 01 Distribution: a Giffoni sono stati, per l’occasione, celebrati i primi dieci anni delle Winx); L’APE MAIA - IL FILM, di Alexs Stadermann (teaser – Notorious Pictures); THE 7D, di Alfred Gimeno (Disney).
Gli eventi speciali sono stati: IO ROM ROMANTICA, di Laura Halilovic, ospite del Festival insieme a uno degli attori protagonisti del film, Marco Bocci (Wildside); SI ALZA IL VENTO, di Hayao Miyazaki (Lucky Red); una selezione dei cortometraggi di HELLO KITTY (Jim Jam), per festeggiare il suo 40° anniversario; il cortometraggio IL PIANETA DEI CALZINI SPAIATI, di Emiliano Pepe, con La Pina, entrambi ospiti del Festival; il cortometraggio IL TEATRO DEI RICORDI, esordio alla regia della diciottenne Angela Bevilacqua, anche lei ospite del Festival.

MARATONA MARVEL
Per il quarto anno consecutivo, il giorno precedente l’inizio ufficiale del Giffoni Experience, i giovani cinefili hanno l’occasione di immergersi nel clima del Festival seguendo una maratona dedicata a saghe e autori di grande successo. Nel 2014, è stato il turno della MARATONA MARVEL. In una proiezione non stop, sono stati presentati cinque film dedicati ai supereroi nati sulle pagine dei fumetti pubblicati dalla Marvel Comics, la mitica casa editrice fondata nel 1939: THE AVENGERS (2012), di Joss Whedon; X-MEN - L’INIZIO (2011), di Matthew Vaughn; THOR (2011), di Kenneth Branagh; CAPTAIN AMERICA - IL PRIMO VENDICATORE (2011), di Joe Johnston; IRON MAN (2008), di Jon Favreau.

PARENTAL CONTROL
Un programma di film scelti per i ragazzi e per i loro genitori. La rassegna, attraverso la visione di film distribuiti nelle sale cinematografiche italiane, mostra e racconta attualità e questioni sociali attraverso l’occhio e la sensibilità del ragazzi, il mondo della famiglia, il ruolo dei genitori, le aspettative e le esperienze dei figli, le complessità che figli e genitori affrontano nella realtà di oggi. I film scelti per PARENTAL CONTROL sono stati: LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE, di Pif (ospite del Festival); SMETTO QUANDO VOGLIO, di Sydney Sibilia (ospite del Festival); GABRIELLE - UN AMORE FUORI DAL CORO, di Louise Archambault; INCOMPRESA, di Asia Argento; AMORI ELEMENTARI, di Sergio Basso.

 

OSPITI

Numerosi gli ospiti che hanno incontrato il pubblico di Giffoni. Ospiti internazionali sono stati: RICHARD GERE, ALAN RICKMAN, ANDREA OSVART, premiata dal Giffoni Experience con l’Explosive Talent Award 2014; MATT BOMER, LEA MICHELE, DYLAN O'BRIEN, MICAELA RIERA. Dall’Italia, sono arrivati: FERZAN ÖZPETEK, ISABELLA FERRARI, LUCA ARGENTERO, CLAUDIA GERINI, PIF, CESARE BOCCI, PAOLO CONTICINI, GIULIA MICHELINI, MAX GIUSTI, MARGARETH MADÈ, PAOLO RUFFINI e FRANK MATANO; il cast al completo della fiction BRACCIALETTI ROSSI, con il regista GIACOMO CAMPIOTTI, il produttore CARLO DEGLI ESPOSTI, il direttore di Rai Fiction ELEONORA ANDREATTA, e l’autore del libro che ha ispirato la serie, ALBERT ESPINOSA (anche ospite Masterclass); MARCO D'AMORE, SALVATORE ESPOSITO e MARCO PALVETTI, attori del successo "Gomorra - La Serie"; FRANCESCO ARCA, ALESSIA PIOVAN, MARTA GASTINIROBERT DANCS, il giovane attore portato al successo dal film di Checco Zalone "Sole a catinelle"; il regista NICOLA CAMPIOTTI ORNELLA MUTI, madrina della cerimonia di chiusura del Festival.

 

GIFFONI MUSIC CONCEPT

Travolgente il programma di Giffoni Music Concept 2014. Sul palcoscenico dello stadio “Giuseppe Troisi”, si sono esibiti: i NEGRAMARO, GIORGIA, ROCCO HUNT, EMIS KILLA, gli ZERO ASSOLUTO, PAOLA IEZZI, DEBORAH IURATO, GEMITAIZ & MADMAN, COEZ, LEF, JFK & LA SUA BELLA BIONDA, THE BURLESQUE, MARCO BRUNO & NAMARÀ, DJ RALF, GIULIA FROM ABOVE, PINK IS PUNK.

 

GIFFONI ENTERTAINMENT

Ricchissimo e variegato il programma di Giffoni Entertainment, ossia del Festival diffuso: il Giffoni Experience riempie e anima piccole e grandi piazze, abbraccia la sua città, coinvolge tutta Giffoni Valle Piana, allietando grandi e piccini, i giovani e loro famiglie, con trascinanti spettacoli diffusi e condivisi in ogni angolo del paese, trasformato così in una sorta di family village all’aperto. Undici location sparse per la cittadina picentina, trentotto compagnie provenienti da tutta Italia, da Francia, Spagna e Belgio, un cartellone composto da duecento spettacoli fra teatro, narrazioni, ludobus, biblioteche viaggianti, statue viventi, face painting, dog show, hairdressing art, artisti di strada, animazioni e giochi.

Sono intervenuti e si sono esibiti a Giffoni 2014: l’ensemble strumentale del Teatro San Carlo di Napoli; Association Fracasse de 12 (Francia); Compagnia Osadia (Barcellona); Andréanne Thiboutot (Canada/Belgio); Compagnia La Fabiola (Torino); Il teatro viaggiante (Pavia); i Mattacchioni Volanti (Modena); Compagnia Sirteta e Compagnia Ziba (Prato); Compagnia Teatro Pirata (Jesi, Ancona); Compagnia Teatro Verde (Roma); Le Nuvole (Napoli); Compagnia Ammuina Animation (Napoli); Baracca dei Buffoni (Arzano, Napoli); Compagnia Jeu De Dames con Alessandra Calabrese (Ischia); Compagnia di Giò Ferraiolo (Battipaglia); Compagnia Daltrocanto (Salerno); Compagnia Associazione Culturale “Tra il dire e il fare” (Ruvo di Puglia, Bari); Compagnia Joculares (Catania); ANSPI; Saltamartino di Manuel Pucci (San Benedetto del Tronto, Ascoli Piceno); Weronique Art (Napoli); Associazione “Salerno in Fantasy” (Salerno); Associazione FantaExpo (Salerno); “La Girandola” Anffas Onlus di Salerno; Associazione “Orchidea del Picentino” di Anna Tedesco; Associazione “Angelo Azzurro” di Norberto Tedesco; Il Paese delle meraviglie Ludoteca (Giffoni Valle Piana); Roberto Mucelli, Annalisa Badi, Alessandro Romano e Simona Falcone per “Giffoni Dogs Experience”; Mabo Band (Monte San Giusto, Macerata); Gruppo Bandistico “L. Rinaldi” (Giffoni Valle Piana); la Libreria itinerante per bambini e ragazzi Ottimomassimo; Ludoteca Playhouse (Giffoni Valle Piana); Marco Raparoli (Gallarate, Varese); Michele Cafaggi (Milano); Davide Demasi (Torino); Monsieur David (Torino); Luigi Ciotta (Cuneo); Unnico (Ferrara); Dante Cigarini (Reggio Emilia); Simone Romanò (Roma); Gianluca Marra (Lecce).

 

GIFFONI INNOVATION HUB

Nel 2014 è nato Giffoni Innovation Hub, il nuovo dipartimento di Giffoni Experience, che unisce tecnologia e creatività in uno spazio di ricerca e sviluppo per progetti innovativi, startup e imprese culturali e digitali. Un luogo reale e virtuale di condivisione e networking per know how, conoscenze, idee e culture differenti. Un universo di opportunità lavorative e imprenditoriali a disposizione dei giovani, la vera anima della cultura digitale. Un centro che convoglia sperimentazione, ricerca di altri linguaggi e forme di comunicazione, apertura di nuove prospettive e futuri scenari, spazi per l’immaginazione e per i sogni. Nel corso del Festival, Giffoni Innovation Hub ha presentato una serie di workshop, aperti al pubblico e tenuti all’Antica Ramiera e al Concento di San Francesco, nei quali si è parlato dei seguenti temi: droni (con Marco e Mattia D’Agostino); digital fabrication (con l’architetto Amleto Picerno Ceraso, promotore della Medaarch e del Mediterranean FabLab); crowdfunding e “Giffoni Idea”, la prima nuova impresa di Giffoni Innovation Hub, una piattaforma di crowdfunding realizzata in collaborazione con DeRev.com per supportare idee d’impresa; digital education (con Agnese Addone e Caterina Moscetti, due mentor di CoderDojo Italia, una community in cui bambini e ragazzi imparano a creare software utilizzando tecnologie open in modo gratuito); il mercato delle web series (con Maximiliano Gigliucci, direttore generale del Roma Web Fest, primo festival italiano riconosciuto dedicato alle web series); il futuro della musica (con Lello Savonardo, professore del dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II); smart city (con il professore Roberto Parente, direttore del Master in Public Management dell’Università degli Studi di Salerno); sostegno delle imprese e startup (con Luca Ruju, Ceo e founder di Lr Ventures, società di consulenza volta a soddisfare le esigenze delle imprese europee, principalmente italiane, che vogliono investire o espandersi nel mercato brasiliano); meccanismi dell’arte nello sviluppo (con Francesco Cascino, presidente di Arteprima, e con Paola Perna, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano); il digital storytelling e le possibilità espressive della narrazione alla luce delle nuove tecnologie, attraverso il progetto sperimentale OUT OF WATER, nato dalla partnership tra il Dipartimento della Gioventù del Governo Italiano e Film and Television (TFT) of the University of California, Los Angeles - UCLA (con Alice Tomassini, sceneggiatrice e regista; Alessandra Grassi, regista e web developer; Barbara Ciriello, production designer e web designer; Lucia Marengo, produttrice e web developer); identità rurale, mestieri green e rural social innovation (con il sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo, con Alex Giordano, noto per aver fondato il collettivo “Ninja marketing” e direttore del centro studi Etnografia Digitale, e con Francesco Paolo Innamorato, presidente del Campania Eco Festival). Inoltre, Giffoni Experience e ItaliaCamp, il network che collega chi ha una buona idea con quanti hanno la forza di realizzarla, già legati da una partnership nata nel 2013, hanno dato vita al GiffoniCamp, il barcamp dedicato a innovazione, investimenti e nuova occupazione. Nel corso della presentazione dell’iniziativa, esperti del mondo dell’accademia, delle istituzioni, delle aziende e dell’informazione regionali e nazionali si sono confrontati con chi ha proposto idee e soluzioni per individuare le vie attraverso cui investimenti nell’innovazione possano dar vita a nuova occupazione. Sono intervenuti: Claudio Gubitosi, direttore del Giffoni Experience; Fabrizio Sammarco, presidente dell’Associazione ItaliaCamp; Antonio Somma, coordinatore di ItaliaCamp Campania; Paolo Russomando, sindaco di Giffoni Valle Piana e presidente Fondazione Giffoni; Domenico Arcuri, Amministratore Delegato Invitalia; Giovanni De Caro, Investor Manager Atlante Venture; Giuseppe De Nicola, coordinatore Premio Best Practices Confindustria Salerno; Antonio Prigiobbo, direttore Vulcanicamente; Alessandra Rosati, responsabile ricerca e sviluppo di Biouniversa, spin-off dell’Università degli Studi di Salerno. Nel corso del Festival, Giffoni Innovation Hub è stato anche uno spazio di aggregazione per i giovani talenti che desiderano realizzare i loro progetti e le loro idee, una opportunità per confrontarsi con mentor, investitori, partner, aziende, innovatori, e per incontrare persone che hanno voglia di collaborare, confrontarsi e contaminarsi.

 

GIFFONI YOUTH MEDIA MARKET

Anche nel 2014, Giffoni ha offerto ai professional il suo know-how con l’obiettivo di promuovere il cinema per ragazzi. Strumento principale del mercato è stata la Giffoni Video Library, supportata da un catalogo cartaceo e multimediale ragionato, consultabile da tutti gli accreditati, e adibita anche a spazio per screening organizzati da produzioni e distribuzioni per la visione in plenaria. Buyer, distributori, produttori, registi, selezionatori di festival, sceneggiatori, rappresentanti delle istituzioni culturali internazionali si sono incontrati al Giffoni Youth Media Market, anche per sviluppare strategie di co-produzioni. Nella splendida location dell’Antica Ramiera, il GYMM ha messo a disposizione corner per incontri one-to-one, plenarie, workshop, panel.

finanziatoda nuovo