logo 2008TEMA

MITI E MAESTRI

2058 i giurati dell’edizione, provenienti da 29 nazioni, divisi in cinque sezioni cinematografiche competitive (Kidz, First Screens, Free To Fly, Y-Gen, Troubled Gaze) e due sezioni competitive non cinematografiche (teatro con IL POSTO DELLE FAVOLE e musica con il GIFFONI MUSIC CONCEPT).

Durante il Festival sono state presentate 148 opere, selezionate dalla direzione artistica tra oltre 1.800 film, di cui 77 in concorso.

Nella sezione Y Gen (giurati dai 15 ai 19 anni) ha dominato BLIND una coproduzione Olanda, Bulgaria, Belgio - diretta da Tamar van den Dop – che racconta la struggente storia di un ragazzo cieco e della sua lettrice. Tra gli altri titoli proposti non possiamo dimenticare il drammatico LINHA DE PASSE dei brasiliani Walter Salles e Daniela Thomas (CENTRAL DO BRASIL) e l’israeliano SOMEONE TO RUN WITH tratto da un racconto di David Grossman e uscito in Italia con il titolo QUALCUNO CON CUI CORRERE.

Vincitore della sezione Free To Fly (12-14 anni) è il tedesco LEROY nel quale un ragazzo tedesco di colore trova l’amore nella famiglia sbagliata: i fratelli dell’amata sono dei naziskin e il loro principale divertimento è proprio la caccia all”uomo nero”. Nella stessa sezione anche l’australiano I RAGAZZI DI DICEMBRE – diretto da Rod Hardy - tra i cui interpreti spicca Daniel “Harry Potter” Radcliffe nel ruolo di uno degli orfani in cerca di famiglia e affetto nel villaggio costiero che li accoglie per le vacanze. E ancora dall’Australia THE BLACK BALLOON di Elissa Down: una storia di differenza e di amore in cui un ragazzo è diviso tra la responsabilità per il suo fratello “diverso” e il suo primo vero amore.
Tra i cortometraggi troviamo due candidati agli Oscar 2008: NEW BOY e TOYLAND. Quest’ultimo si è alla fine aggiudicato la prestigiosa statuina.

Della sezione First Screens (9-12 anni) ricordiamo il vincitore il tedesco RED ZORA – diretto da Peter Kahane - nel quale un gruppo di orfani deve sbarcare il lunario in un’isola popolata da personaggi potenti e ostili. Ma anche la delicata storia di KARLA’S WORLD la cui protagonista sogna semplicemente di riunire al sua famiglia per il Natale. E, ancora, PHOEBE IN WONDERLAND interpretato tra gli altri da Felicity Huffman (Desperate Housewives, Transamerica) e dalla giovanissima Elle Fanning e diretto da Daniel Baerz. Anche qui la storia di differenza: una bambina che rischia di rimanere isolata e discriminata fino a quando non viene correttamente diagnosticata la sua patologia.

Nella sezione Kidz (6-9 anni) troviamo prodotti d’animazione come il vincitore: l’italiano LA STORIA DI LEO, un leone in cerca di una famiglia e di un’identità; ma anche l’avventura mozzafiato con S.O.S. SUMMER OF SUSPECT, film norvegese diretto da Arne Lindtner Næss e il cingalese KING SIRI, il cui protagonista lotta strenuamente per il suo diritto allo studio ed ad un trattamento equo.

A giudicarsi il Grifone della sezione Troubled Gaze, l’unica con una giuria di adulti, è stato il cortometraggio BENIGNO, scritto, diretto ed interpretato da Francesco Benigno. Il film è il racconto autobiografico di un’infanzia difficile.

Il Festival è stato inoltre palcoscenico di due importanti eventi: le anteprime delle edizioni italiane di: LE CRONACHE DI NARNIA - IL PRINCIPE CASPIAN (Walt Disney Pictures Italia), CAMP ROCK (Disney Channel) e PIACERE DAVE (Twentieth Century Fox).

Tanti gli ospiti italiani del festival. A partire dai registi MICHELE PLACIDO e STEFANO REALI che hanno saputo raccontare splendidamente la loro arte e il loro mestiere ai nostri ragazzi. E ancora, gli attori: TONI SERVILLO, reduce dai successi ottenuti a Cannes con "Il Divo" e "Gomorra"; PIERFRANCESCO FAVINO, tra i più apprezzati volti della nuova generazione di attori italiani, oggi al lavoro tra Italia e USA; GIULIO SCARPATI, che ha dato vita ad una vera lezione di cinema; PINO INSEGNO, che ha presentato "Ti Stramo", suo debutto alla regia, accompagnato dai protagonisti MARCO RULLI e CARLOTTA TESCONI (la Titti della fiction "Raccontami") e dal co-regista GIANLUCA SODARO; VERONICA PIVETTI, la poliedrica artista è oggi uno dei volti più apprezzati del panorama televisivo anche grazie al successo della riuscitissima serie "Provaci Ancora Prof"; ALESSANDRA MASTRONARDI, l’amatissima protagonista de "I Cesaroni"; ELEONORA GIORGI, storica attrice della commedia all’italiana, oggi alla sua seconda prova da regista con "L'Ultima Estate"; l’irrefrenabile comico ALESSANDRO SIANI, definito da alcuni come l’erede di Massimo Troisi, e la bellissima ILARIA SPADA, interprete con NICOLAS VAPORIDIS di "Questa Notte è Ancora Nostra" di Paolo Genovese e Luca Miniero. In doppia veste la visita di LUCA BARBARESCHI, oggi anche “onorevole”, che spera di combattere con la politica affinché il cinema possa continuare a crescere e che a Giffoni ha accompagnato "Qualcuno con cui correre", una esclusiva della sua Casanova Entertainment.

Dagli USA sono arrivati: MEG RYAN che ha confessato quanto le sarebbe piaciuto lavorare con Fellini ma che accetterebbe volentieri un ruolo anche da Muccino, mentre TIM ROTH ha comunicato la sua intenzione di dedicarsi alla regia e rivelato la sua collaborazione con Tarantino. Ha poi incantato la giuria la giovanissima ABIGAIL BRESLIN, che lo scorso anno, a soli dieci anni, ha ottenuto una nomination agli Oscar come miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione in "Little Miss Sunshine".

Grande successo anche per le sezioni dedicate al teatro e alla musica. A vincere il concorso teatrale IL POSTO DELLE FAVOLE lo spettacolo LA SCATOLA DELLE EMOZIONI (Compagnia Teatro Prova), spettacolo seguitissimo dai bambini anche su Raisat YoYo. Mentre il concorso dedicato alle band emergenti GIFFONI MUSIC CONTEST è stato il gruppo siciliano 7 Chords con il brano Mani legate.

finanziatoda nuovo