logo 1982La consacrazione definitiva del Festival come uno degli eventi di punta nel panorama internazionale, avviene ad opera di uno dei più importanti registi del ventesimo secolo: FRANÇOIS TRUFFAUT. Il maestro, ospite del Festival, dichiara in una bellissima lettera, consegnata al direttore prima di partire: "…di tutti i festival del cinema quello di Giffoni è il più necessario".

Sempre durante la dodicesima edizione, il GFF dedica un omaggio al cartoonist rumeno ION POPESCU GOPO.

Peppe d’Antonio assume l’incarico di vice direttore artistico del Festival.

Per la prima volta il Festival non chiude le porte con la fine della manifestazione:
ROBERT DE NIRO, "strappato" al festival di Venezia, riceve a Giffoni, in autunno, la cittadinanza onoraria.

LUIGI COMENCINI gira a Giffoni, con comparse locali, il film Tv "Il Matrimonio di Caterina" interpretato da Anna Melato, Stefano Madia e Clelia Rondinella.

I giurati del GFF cominciano a viaggiare per il mondo grazie a scambi culturali che li conducono nella città francese di Barbezieux e in visita al Parlamento Europeo di Strasburgo.

finanziatoda nuovo