logo 2015

TEMA

CARPE DIEM

La scelta del tema dell’edizione, anche quest’anno, batte la strada della condivisione con la propria fanbase e della creatività 2.0. Il tema è il frutto di una volontà popolare, di quei ragazzi che con Giffoni hanno l’opportunità di far sentire la propria voce. CARPE DIEM è l’urlo di migliaia di giovani che all’unisono con la direzione artistica di Giffoni Experience hanno segnato l’edizione numero 45. Carpe Diem è un invito, è un monito, è un concetto. È l’invito a rendere straordinaria la propria vita. A non accontentarsi, senza rimandare “a poi” quello che si può fare subito, con coraggio e con passione. È un monito, come quello che sussurra il professor Keating (il compianto immenso Robin Williams) alle orecchie dei suoi allievi ne “L’attimo fuggente”: la vita scorre veloce e l’età acerba della giovinezza non ritornerà, per questo va fatta fruttare appieno per goderne l’irripetibile unicità. È un concetto antichissimo e sempre attuale. Carpe Diem è la bellissima locuzione che Orazio coniò per esprimere l’idea che “vivere il presente” è la strada maestra per affermare la propria libertà individuale nel gestire la propria esistenza. Carpe diem per noi non ha lo stesso valore “distorto” che ebbe nel Rinascimento (invito al godimento effimero finché dura la giovinezza), ma quello più filosofico legato alla consapevolezza che all'Uomo il futuro è precluso, come conoscenza. Però in qualche modo è possibile determinarlo con le scelte “presenti”, con le azioni che adesso (nel qui e ora) metteremo in campo.

 

GIURIE

3.600 i giurati provenienti da 160 città italiane e da circa 50 Paesi, tra i quali: Albania, Australia, Azerbaigian, Belgio, Bielorussia, Bosnia ed Erzegovina, Brasile, Cina, Corea del Sud, Croazia, Danimarca, Egitto, Estonia, Francia, Georgia, Giordania, Gran Bretagna, Grecia, India, Iraq, Israele, Libano, Lituania, Macedonia, Malta, Marocco, Moldavia, Nigeria, Pakistan, Palestina, Polonia, Qatar, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Sudafrica, Tagikistan, Tunisia, Ungheria, USA.

 

LE SEZIONI COMPETITIVE

Elements +3 (giurati dai 3 ai 5 anni), la sezione competitiva per la giuria più giovane, quella composta dai bambini della scuola dell’infanzia, ha visto nel 2015 la partecipazione di 24 cortometraggi in concorso, e la vittoria del cortometraggio francese CAPTAIN FISH, di John Banana, mentre il Premio Giotto Super Bè-Bè è andato all’italiano THE MODS, di Alessandro Portincasa e Antonio Padovan.

Elements +6 (giurati dai 6 ai 10 anni) è la sezione composta da lungometraggi e cortometraggi di fiction e d’animazione scrupolosamente scelti al fine di creare un primo, folgorante contatto tra i piccoli giurati e un cinema in grado di coinvolgerli e appassionarli con l’avventura, l’azione, l’immaginazione, con racconti e viaggi fantastici. I vincitori della sezione sono stati il lungometraggio italiano GROTTO, scritto, prodotto e diretto da Micol Pallucca (seguito al secondo posto dall’olandese WIPLALA - UN MAGHETTO PER AMICO, di Tim Oliehoek), e il cortometraggio ceco THE WISH FISH, di Karel Janak (seguito al secondo posto dal tedesco THE PRESENT, di Jacob Frey). Da segnalare la partecipazione in concorso di due lungometraggi distribuiti nelle sale cinematografiche italiane: GHOSTHUNTERS – GLI ACCHIAPPAFANTASMI, di Tobi Baumann (distribuito in Italia da Notorious Pictures), e THE GAMES MAKER, di Juan Pablo Buscarini, con Joseph Fiennes e Valentina Lodovini (co-prodotto e distribuito in Italia da De Angelis Group).

Elements +10 (giurati dai 10 ai 12 anni) è la sezione formata da lungometraggi e cortometraggi che instradano i ragazzi verso forme e temi narrativi più complessi e articolati, che dall’avventura, dall’azione, dal fantastico, dal fiabesco, si affacciano sulla realtà, sul realismo, su storie a tratti drammatiche, sulla contemporaneità. Hanno vinto la sezione il lungometraggio belga LABYRINTHUS, di Douglas Boswell, e il cortometraggio statunitense THE RED THUNDER, di Alvaro Ron, mentre al secondo posto si sono classificati tra i lungometraggi il danese THE SHAMER’S DAUGHTER, di Kenneth Kains (tratto dal romanzo “La figlia della sciamana”, di Lene Kaaberbøl), e tra i cortometraggi l’italiano DUE PIEDI SINISTRI, di Isabella Salvetti. Il Premio Bambino Gesù Hospital Award è stato conferito al lungometraggio di Oliver Ringer BIRDS OF PASSAGE, coproduzione franco-belga, che, secondo quanto si legge nella motivazione ufficiale, “si è contraddistinto per aver raccontato con sensibilità, verità e delicatezza il mondo dei bambini, i loro sogni e le loro aspirazioni; per aver riacceso nello sguardo degli adulti la fiamma antica e vibrante dell’effervescenza infantile”. Da segnalare anche il lungometraggio PAPER PLANES, per l’interpretazione di Sam Worthington, l’attore protagonista di "Avatar".

Generator +13 (giurati dai 13 ai 15 anni) è la sezione che consente ai giurati di conoscere un cinema internazionale e di qualità imperniato sulle storie di personaggi loro coetanei, su temi che coinvolgono i giovani spettatori in modo diretto e personale, come il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, il superamento di soglie interiori e concrete, oppure, come nel caso di questa edizione, lo spirito di libertà, la ribellione contro il mondo degli adulti, l’elaborazione del lutto, la spiritualità, la religione. Il vincitore della sezione è stato il lungometraggio tedesco SANCTUARY, di Marc Brummund. Al secondo posto si è classificato il norvegese BEATLES, di Peter Flinth, mentre il Premio CGS (Cinecircoli Giovanili Socioculturali) – Percorsi Creativi 2013, è stato assegnato al coreano THREAD OF LIES, di Lee Han, “perché – come si legge nella motivazione ufficiale – il film tratta il tema del bullismo lasciando da parte stereotipi e soluzioni narrative banali: infatti punta lo sguardo sul mondo dell’adolescenza femminile, sugli aspetti psicologici della violenza e sulla potenza dei social network nella diffusione della vessazione e della presa in giro che può anche spingere al suicidio chi la subisce”. Da segnalare anche in questa sezione un film distribuito nelle sale cinematografiche italiane (da Mediterranea Productions), il francese MARIE HEURTIN - DAL BUIO ALLA LUCE, di Jean-Pierre Améris.

Generator +16 (giurati dai 16 ai 17 anni) è una sezione composta da lungometraggi caratterizzati da contenuti e stili problematici e innovativi, che svelano sentimenti, passioni, pensieri, turbamenti, inquietudini, aspirazioni e sogni dei giovani di oggi, mostrando il mondo di una generazione irrequieta, in continua trasformazione, e raccontando le storie di adolescenti alla ricerca di una propria identità, spesso in conflitto con la società in cui vivono e con la famiglia alla quale appartengono. I giurati hanno premiato il lungometraggio statunitense ALL THE WILDERNESS, di Michael Johnson. Si è aggiudicato la seconda piazza il francese A TESTA ALTA, di Emmenuelle Bercot, che è stato il film d’apertura del Festival di Cannes 2015 ed è stato inoltre distribuito in Italia da Officine Ubu. Al lungometraggio inglese THE FALLING, diretto da Carol Morley e interpretato da Maisie Williams (attrice nota per la serie televisiva "Il Trono di Spade"), è stato conferito il Premio British Film Institute Certificate, perché il film possiede “una gravitas – secondo la motivazione ufficiale – che dura dall’inizio alla fine e che conferisce ad esso una complessità notevole”. Infine, il Don Bosco Educational Award è stato assegnato al lungometraggio francese di Cyprien Vial YOUNG TIGER, un film che, secondo la motivazione ufficiale, “è un richiamo a rendersi presenti nelle periferie e a trovare soluzioni più umane per l’accoglienza dei giovani migranti non accompagnati”.

Generator +18, la sezione più adulta del Festival, è focalizzata su opere che mettono in scena storie e situazioni complesse, drammatiche e talvolta estreme, fondate sul contrasto tra il mondo della gioventù e l’universo degli adulti. Tra i lungometraggi ha vinto, come nel 2014, un coreano, COIN LOCKER GIRL, di Han Jun-hee, che ha conquistato anche il Premio British Film Institute Certificate “per la grande trasformazione del personaggio principale – dice la motivazione ufficiale – che da maschiaccio diventa una donna matura”, mentre il secondo posto è andato al film statunitense GABRIEL, di Lou Howe. Tra i cortometraggi, nella categoria fiction ha vinto l’italiano PUNTO DI VISTA, di Matteo Petrelli, seguito dal danese LUKAS & THE ASPIES, di Anders Gustafsson, mentre nella categoria animazione si sono imposti due cortometraggi russi: al primo posto ABOUT A MOTHER, di Dina Velikovskaya, e al secondo posto MY GRANDFATHER WAS A CHERRY TREE, di Olga Poliektova e Tatiana Poliektova. L'Amnesty International Award è stato assegnato al lungometraggio francese FATIMA, di Philippe Faucon (“una bella parabola sull’integrazione – leggiamo dalla motivazione ufficiale – che non ha paura di mettere a nudo le ipocrisie e i timori di chi vive condizionato dai propri stereotipi”), e al cortometraggio francese BEACH FLAGS, di Sarah Saidan (“per la capacità – leggiamo dall’altra motivazione ufficiale – di raccontare la voglia di cambiamento delle donne e delle ragazze iraniane, costrette da norme ingiuste a limitare la propria libertà di espressione”). Da ricordare anche il lungometraggio francese ASTRAGAL, tratto dal romanzo “L’astragalo” (“L’astragale”) di Albertine Sarrazin, e diretto da Brigitte Sy, già interprete di alcuni dei film più importanti del maestro del cinema francese Philippe Garrel.

Il 2015 è stato il secondo anno per la sezione competitiva destinata ai documentari, GEx Doc: i documentari selezionati raccontano storie di bambini e ragazzi rapportate ai temi più attuali e discussi del nostro tempo, ai problemi più scottanti, spinosi e urgenti del mondo in cui viviamo, come, nel caso di questa edizione, integrazione, terrorismo, ecologia. Il primo posto è stato conquistato dall’italiano PROTAGONISTI PER SEMPRE, di Mimmo Verdesca, già vincitore del Nastro d’Argento 2015 per il miglior documentario, mentre la piazza d’onore è stata occupata dal canadese ALL THE TIME IN THE WORLD, di Suzanne Crocker, che ha ottenuto anche il Premio Cial per l’ambiente.

 

MyGIFFONI

Nel 2015 è giunto alla sesta edizione il concorso nazionale MYGIFFONI, dedicato ai cortometraggi realizzati da studenti e giovani video maker, organizzato da Giffoni Experience in collaborazione con istituti scolastici e associazioni culturali. Tre le sezioni, dedicate alle fasce 6-10 anni, 11-13 anni e 14-20 anni. Hanno vinto il Premio Giffoni Experience 2015: LA VALIGIA, di Marco Di Gerlando e Ludovica Gibelli (Associazione Culturale Zuccherarte, Genova), già vincitori nel 2014 con il cortometraggio "Superkids"; BAFFI, di Daniela Borsese (Istituto Comprensivo Statale Avegno Camogli Recco Uscio, Genova); SABRINA, di Alberto Gigante (Centro Studi Opera Don Calabria, Città del Ragazzo, Ferrara). Hanno vinto invece il Premio Audience Award: VOLTARE PAGINA, di Enzo Morzillo (Istituto Dante Alighieri di Brusciano, Napoli); UMPRIDURA, di Davide Eustacchi (Istituto Comprensivo Sant’Antioco Calasetta plesso Fermi, Sardegna); DI LUCI E DI OMBRE, di Renata Ricci (Antares Centro di Riabilitazione Neuromotoria, San Nicola la Strada, Caserta). Ha vinto, infine, il Premio Speciale Giffoni Experience 2015 per la miglior regia, ZETA, di Valerio Lorito (L.A.A.V. Officina Teatrale, Salerno).

 

MASTERCLASS

Masterclass, arrivata nel 2015 alla sua settima edizione, è la sezione dedicata ai giurati selezionati all’interno della categoria Generator +18, i quali hanno avuto anche nel 2015 l’opportunità di assistere alle lezioni di nomi autorevoli del mondo della cultura, dell’audiovisivo, dello spettacolo, della letteratura, come lo scrittore, sceneggiatore e regista IVAN COTRONEO; il fumettista, animatore e regista ALESSANDRO RAK; gli youtubers FAVIJ, FEDERICO CLAPIS, LEONARDO DECARLI e ZODA, che hanno presentato il teaser del loro primo film, GAME THERAPY, diretto da Ryan Travis; la direttrice di Rai Fiction ELEONORA ANDREATTA, il produttore e autore VALERIO BERGESIO e l’attore CLAUDIO DI BIAGIO, che insieme hanno presentato RAY, la nuova piattaforma web della Rai; THE PILLS, ovvero gli autori e attori di web-series MATTEO CORRADINI, LUIGI DI CAPUA e LUCA VECCHI; il produttore, imprenditore e dirigente calcistico MASSIMO FERRERO; lo scrittore, autore e presentatore televisivo FEDERICO TADDIA; l’attore e regista LUCA DE FILIPPO; lo scrittore ALESSANDRO BARICCO; il regista, sceneggiatore, commediografo, attore e autore televisivo MASSIMILIANO BRUNO; il regista DUCCIO FORZANO; l’agente di spettacolo DANIELE ORAZI; il doppiatore ROBERTO PEDICINI; il docente universitario di antropologia PAOLO APOLITO.

 

SEZIONI NON COMPETITIVE

ANTEPRIME ED EVENTI SPECIALI
In anteprima a Giffoni: ANT-MAN, di Peyton Reed (Disney); CITTÀ DI CARTA (PAPER TOWNS), diretto da Jake Schreier e tratto dal romanzo di John Green (20th Century Fox); PIXELS, di Chris Columbus (Warner Bros.); L’A.S.S.O. NELLA MANICA (THE DUFF), di Ari Sandel (Eagle Pictures); QUANDO C’ERA MARNIE (OMOIDE NO MANI), di Hiromasa Yonebayashi, ultimo film prodotto dallo Studio Ghibli (Lucky Red); NÉ GIULIETTA NÉ ROMEO, il primo film da regista di Veronica Pivetti (Microcinema); EDUARDO E I BURATTINI, documentario diretto da Francesco Saponaro, prodotto dalla Fondazione Eduardo De Filippo e presentato da Luca De Filippo, ospite del Festival.
In anteprima a Giffoni anche i teaser di: FALLEN (M2 Pictures), diretto da Scott Hicks e tratto dal romanzo di Lauren Kate, ospite del Festival; GAME THERAPY (Lucky Red), interpretato da Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda, tutti ospiti del Festival; UN BACIO (Lucky Red), di Ivan Cotroneo, ospite del Festival; MINIONS, di Pierre Coffin e Kyle Balda (Universal Pictures); IL PICCOLO PRINCIPE (THE LITTLE PRINCE), diretto da Mark Osborne e tratto dal capolavoro della letteratura per ragazzi di Antoine de Saint-Exupéry (Lucky Red); HOTEL TRANSYLVANIA 2, di Genndy Tartakovsky (Warner Bros.); BREAKING DANCE, di John Swetnam (Lucky Red); BABBO NATALE NON VIENE DA NORD, scritto, diretto e interpretato da Maurizio Casagrande (Bolero Film).
Gli eventi speciali sono stati: INSIDE OUT (Disney), di Pete Docter; la serie tv ALEX & CO. (Disney Channel), della quale il Festival ha ospitato il cast al completo; la serie tv d’animazione MILES DAL FUTURO (MILES FROM TOMORROWLAND), creata da Sascha Paladino (Disney Junior); la seconda stagione della serie tv d’animazione STAR WARS REBELS (Disney XD); I BAMBINI SANNO (Bim Distribuzione), documentario di Walter Veltroni, ospite del Festival; BIAGIO (Fandango), di Pasquale Scimeca; HOTEL TRANSYLVANIA (Warner Bros.), di Genndy Tartakovsky; CAMMINANDO NEL CIELO, di Angelo Antonucci (DAC); HEY YOU!, cortometraggio scritto, diretto e interpretato da Maria Rosaria Omaggio; TOMMASO, cortometraggio diretto da Luigi Mascolo e interpretato da Monica Guerritore; IL FIUME GIOVANE, cortometraggio diretto da Carlos Solito.

MARATONA ROBIN WILLIAMS
Per il quinto anno consecutivo, il giorno antecedente l’avvio ufficiale del Giffoni Experience, i giovani cinefili hanno l’opportunità di tuffarsi nel clima del Festival con una maratona dedicata a personaggi, autori e attori di grande successo. Nel 2015 è stata la volta della MARATONA ROBIN WILLIAMS. In una proiezione non stop, sono stati presentati cinque film interpretati dall’indimenticabile attore scomparso l’11 agosto 2014, ma sempre vivo nella memoria collettiva, anche come emblema del concetto di “Carpe Diem”, grazie all’immortale personaggio del professore John Keating, da lui impersonato nel film L’ATTIMO FUGGENTE (DEAD POETS SOCIETY, 1989), di Peter Weir, il primo film della maratona, cui sono seguiti: HOOK – CAPITAN UNCINO (HOOK, 1991), di Steven Spielberg; JUMANJI (1995), di Joe Johnston; WILL HUNTING – GENIO RIBELLE (GOOD WILL HUNTING, 1997), di Gus Van Sant; L’UOMO BICENTENARIO (BICENTENNIAL MAN, 1999), di Chris Columbus (regista del quale si è visto poi in anteprima l’ultimo film, PIXELS).

CINEMA AL PARCO
CINEMA AL PARCO è il nuovo nome assegnato nel 2015 alla tradizionale rassegna di film distribuiti nelle sale cinematografiche italiane, scelti per i ragazzi e per i loro genitori, incentrati su questioni umane, sociali, storiche viste, mostrate, raccontate attraverso l’occhio e la sensibilità del ragazzi: un programma di lungometraggi imperniati su tematiche come il mondo della famiglia, i rapporti, i contatti e i contrasti tra genitori e figli, le esistenze, i sentimenti e i sogni dei figli, i ruoli, le esperienze e le aspettative dei genitori, le problematiche che figli e genitori vivono nella realtà di oggi e hanno vissuto nelle realtà di ieri. I film selezionati per CINEMA AL PARCO sono stati: TENERAMENTE FOLLE (INFINITELY POLAR BEAR), diretto da Maya Forbes e interpretato da MARK RUFFALO, ospite del Festival; WHIPLASH, di Damien Chazelle; LA FAMIGLIA BÉLIER (LA FAMILLE BÉLIER), di Éric Lartigau; LO STRAORDINARIO VIAGGIO DI T.S. SPIVET (THE YOUNG AND PRODIGIOUS T.S. SPIVET), di Jean-Pierre Jeunet; NEMICO DI CLASSE (RAZREDNI SOVRAŽNIK), di Rok Biček; THE SEARCH, di Michel Hazanavicius; BANANA, di Andrea Jublin.

IL SENSO DEL MATTINO
Alla 45a edizione del Festival è stato presentato in anteprima il documentario IL SENSO DEL MATTINO – UNA CITTÀ, UNA STORIA, IL SUO GIORNALE, prodotto dal Giffoni Experience, commissionato dal quotidiano “Il Mattino”, scritto, montato e diretto da Luca Apolito: un documentario che è una riflessione sul mestiere di scrivere, su che cosa è e a che cosa serve un giornale, e allo stesso tempo un viaggio nella città di Napoli. Il documentario è stato poi ripresentato il 28 settembre 2015, con un grande evento al Teatro San Carlo di Napoli, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

 

OSPITI

Numerosi e prestigiosi gli ospiti che hanno incontrato il pubblico di Giffoni. Ospiti internazionali sono stati: ORLANDO BLOOM, MARK RUFFALO, DARREN CRISS, TOM FELTON, MARTIN FREEMAN, LAUREN KATE.
Dall’Italia sono arrivati a Giffoni: ASIA ARGENTO, ELEONORA ANDREATTA, PAOLO APOLITO, ALESSANDRO BARICCO, GARY BASEMAN, VALERIO BERGESIO, MATTEO BRANCIAMORE, MASSIMILIANO BRUNO, LUCA CAPUANO, FORTUNATO CERLINO, FRANCESCA CHILLEMI, FEDERICO CLAPIS, LODOVICA COMELLO, VALENTINA CORTI, IVAN COTRONEO, LEONARDO DECARLI, LUCA DE FILIPPO, FABIO DE LUIGI, CLAUDIO DI BIAGIO, ANGELO DURO, TEA FALCO, FAVIJ, ANNA FOGLIETTA, DUCCIO FORZANO, STEFANO FRESI, LILLO e GREG, EDOARDO LEO, SELVAGGIA LUCARELLI, TESS MASAZZA, ROCIO MUÑOZ MORALES, DANIELE ORAZI, ROBERTO PEDICINI, THE PILLS (MATTEO CORRADINI, LUIGI DI CAPUA, LUCA VECCHI), MASSIMO POGGIO, ALESSANDRO RAK, PRIMO REGGIANI, RICCARDO ROSSI, SERENA ROSSI, FEDERICO TADDIA, FABIO TROIANO, NICOLAS VAPORIDIS, WALTER VELTRONI, ZODA, i cast delle serie televisive ALEX & CO e BRACCIALETTI ROSSI.
Gli ospiti istituzionali sono stati: il Ministro della Difesa ROBERTA PINOTTI; il Vice Presidente della Camera dei Deputati LUIGI DI MAIO; il Sottosegretario all’Ambiente BARBARA DEGANI; il Capo di Stato Maggiore della Difesa CLAUDIO GRAZIANO; il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera FELICIO ANGRISANO; il Ministro della Cultura della Repubblica della Macedonia ELIZABETA KANCESKA-MILEVSKA; Sua Eccellenza il Ministro della Cultura del Qatar HAMAD BIN ABDULAZIZ AL-KUWARI.

 

GIFFONI MUSIC CONCEPT

Intenso e trascinante si è rivelato il programma di Giffoni Music Concept 2015, tra synth pop e new wave, hip hop e folk d’autore. Sul palcoscenico della Piazza Lumière, si sono esibiti: gli PSYCHOPATIC ROMANTICS (Caserta/Benevento), gli SHA'DONG (Caserta), i NIBIRU PRJ22 (Salerno), i BLINDUR (Napoli), THE SMASH (Salerno), i RESURREXTION (Napoli), THE CITIZEN (Salerno), i LEF (Salerno).

 

TRIO MEDUSA LATE SHOW @ GIFFONI

Una delle novità del Giffoni Film Festival 2015 è stata il Trio Medusa Late Show @ Giffoni, uno spettacolo dal vivo, un appuntamento fisso che ha chiuso le serate della manifestazione e che è stato successivamente trasmesso da Italia Uno in sei appuntamenti in seconda serata. Lo spettacolo si è imperniato su incursioni video nella vita della manifestazione, sulle esibizioni di grandi personaggi della musica e del cinema, e sulle divertenti, ironiche, irriverenti domande rivolte a questi stessi personaggi dal Trio Medusa e dai giurati del Festival. Gli ospiti del Trio Medusa Late Show @ Giffoni sono stati: MAX PEZZALI, MALIKA AYANE, LORENZO FRAGOLA, GUE' PEQUENO, THE KOLORS, NINA ZILLI, ZERO ASSOLUTO, RAIGE, NICOLAS VAPORIDIS, PRIMO REGGIANI, MATTEO BRANCIAMORE, FABIO DE LUIGI, ANGELO DURO, EDOARDO LEO, FABIO TROIANO, ANNA FOGLIETTA, THE PILLS (MATTEO CORRADINI, LUIGI DI CAPUA, LUCA VECCHI).

 

GIFFONI STREET FEST

Opulento e articolato, trascinante e multiforme è stato il programma di Giffoni Street Fest: il Giffoni Experience, con più di 30 compagnie provenienti da Italia e Francia, ha riempito e animato piccole e grandi piazze, 20 location sparse per Giffoni Valle Piana, abbracciando tutto il paese, allietando grandi e piccoli, coinvolgendo i giovani e loro famiglie, con un cartellone composto da 200 spettacoli divisi fra teatro, narrazioni, animazioni, giochi, artisti di strada, ludobus, truccabimbi, laboratori di giocoleria, di riciclo, di scienze, di degustazione, visite nelle luoghi dei Picentini, beauty blogger, dog show, biblioteche viaggianti, statue viventi, face painting, hairdressing art.

 

GIFFONI INNOVATION HUB

Nel 2015 Giffoni Innovation Hub, il dipartimento di Giffoni Experience – nato nel 2014 e dedicato a tecnologia, creatività, progetti innovativi, startup, imprese culturali e digitali, opportunità lavorative e imprenditoriali a disposizione dei giovani, che sono la vera anima della cultura digitale – ha presentato una serie di attività incentrate sui temi del digitale, dell’interattività e del multimediale. Ampio spazio è stato dato a startup e progetti di innovazione tecnologica, a laboratori dedicati alla digital education e al digital learning, aperti al pubblico, alle famiglie e ai giovani.

 

GIFFONI DOHA YOUTH MEDIA SUMMIT (GDYM)

Nel 2015 il Giffoni Experience ha organizzato, in collaborazione con il Doha Film Institute (DFI), e ospitato a Giffoni Valle Piana, nell’Antica Ramiera, il GDYM Summit, che si è tenuto nelle giornate del 21, 22 e 23 luglio, ed è stato l’occasione per la costituzione e il lancio ufficiale di Planet-Y, un organismo multinazionale, un network internazionale dedicato ai giovani, coordinato dal GEX e dal DFI, finalizzato alla gestione e alla promozione di eventi culturali per ragazzi e alla produzione di opere artistiche, creative, audiovisive e multimediali. Si è trattato di un secondo appuntamento, seguito al primo incontro tenutosi a Doha nel dicembre del 2014 in occasione della seconda edizione dell’Ajyal Youth Film Festival, nato dalla cooperazione tra GEX e DFI. Il GDYM Summit ha visto la partecipazione di circa 20 delegati internazionali, rappresentanti di festival dedicati ai ragazzi, di agenzie cinematografiche, di organizzazioni creative, i quali hanno discusso a Giffoni di network internazionali, e di future possibili collaborazioni da attuare con l’ausilio di fondi stanziati dalla Comunità Europea.

 

RADIO GIFFONI

Un’altra entusiasmante novità dell’edizione 2015 è stata Radio Giffoni, presente al Giffoni Film Festival dal 15 al 26 luglio sulle frequenze di Radio Flash e in streaming, con un ricco palinsesto di rubriche, collegamenti live, ospiti, interviste e informazioni, per ascoltare in diretta e sentire dal vivo l’emozione del Festival.

 

MOSTRA “COGLI L’ARTE”

Come nelle otto edizioni precedenti, anche in occasione della 45a edizione del Giffoni Film Festival è stata presentata una mostra d’arte contemporanea, intitolata “Cogli l’arte”, in linea con il tema della manifestazione, “Carpe diem”. L’esposizione, curata da Salvatore Colantuoni, e ospitata dal Complesso Monumentale San Francesco, ha proposto le opere di 27 artisti contemporanei i quali, attraverso i loro lavori (dipinti, sculture, fotografie, installazioni), hanno cercato di interpretare a loro modo il tema del Festival. I 27 artisti partecipanti alla mostra (di cui 8 campani e 4 stranieri) sono stati: Carlo Audini, Domenico Balsamo, Juri Corti, Giovanni Coscarelli, Gennaro De Rosa, Simone Di Filippo, Claudio Filosofi, Massimiliano Giara, Yasmina Heidar, Margherita Lipinska, Vincenzo Luongo, Pietro Mancini, Massimiliano Mascolini, Ada Mazzei, Stefano Mosena, Stefano Nicastri, Angelo Palladino, Luca Paolelli, Marcello Pezza, Tommaso Pirretti, Felipe Senatore, Zacaria Sole, Salvatore Troiano, Gennaro Vallifuoco, Hui Xie, Beatrice Zagato, Xu Zhu.

 

GIFFONI YOUTH MEDIA MARKET

Anche nel 2015, il Giffoni Experience ha offerto ai professionisti la sua esperienza e la sua competenza con l’obiettivo di diffondere, sostenere e promuovere il cinema per ragazzi. Strumento principale del mercato è stata la Giffoni Video Library, supportata da un catalogo cartaceo e multimediale ragionato, consultabile da tutti gli accreditati, e adibita anche a spazio per screening organizzati da produzioni e distribuzioni per le visioni in plenaria. Buyer, distributori, produttori, registi, selezionatori di festival, sceneggiatori, rappresentanti delle istituzioni culturali italiane e internazionali si sono incontrati al Giffoni Youth Media Market, anche per sviluppare strategie di co-produzioni. Nella location dell’Antica Ramiera, il GYMM ha messo a disposizione corner per incontri one-to-one, plenarie, workshop, panel.

finanziatoda nuovo