logo 2016

TEMA

DESTINAZIONE

Si viaggia per mettersi in discussione e quindi per autodeterminarsi. La meta del viaggio ne costituisce il motore, ma quali sono le destinazioni a cui si riferisce il Festival? Destinazioni individuali. Quelle dei ragazzi per i quali questa è una prima possibilità di affrancamento dal mondo genitoriale, di libertà seppur “messa in sicurezza”. Cercano se stessi in anni in cui “trovarsi” è la meta più ambita. Destinazioni collettive. Nessun eroe viaggia da solo anche quando, di fatto, lo è. C'è sempre un mentore a indicargli la strada. A Giffoni i mentori spesso sono costituiti dai film in concorso. Cosa c'è di meglio del buon cinema a indicarti la strada? O di un grande attore che si racconta nella sua esperienza di vita e di lavoro? Non c'è viaggio senza conflitto, inteso nella sua accezione narratologica. Ci si mette in viaggio dovendo rinunciare a delle cose per trovarne delle altre. Meglio partire con una valigia semivuota. E le valigie dei piccoli giurati sono semivuote di esperienze, ma potenzialmente infinite nella capienza. Non si può poi non tenere conto della destinazione Italia o Europa di tanti migranti che si mettono in viaggio costretti dalla fame e dalla guerra, per luoghi sconosciuti. Ma vogliamo farlo a modo nostro. Niente meglio dell'arte rimette ordine nell'inutilità retorica e mette gli uomini solo e soltanto di fronte a loro stessi.

 

IL MANIFESTO

Porta la firma di Gary Baseman, artista poliedrico della comunicazione visiva, l’immagine della 46esima edizione. Ideatore di spunti iconografici unici, capaci di riunire la fantasiosa ingenuità dell'infanzia e il complesso universo dell'età adulta, Baseman consegna al Festival un’opera che coniuga la sua cifra stilistica con il tema dell’edizione 2016.

 

GIURIE

Queste le nazioni dei giurati del 2016: Albania, Argentina (San Martín de los Andes), Armenia (Erevan)Australia (Adelaide), Azerbaigian (Baku), Belgio (Anversa), Bielorussia (Minsk), Brasile (Barra do Piraí), Cina (Guangzhou), Corea del Sud (Seul), Croazia (Zagabria), Danimarca (Copenaghen), Egitto (Il Cairo), Francia (Laon, Rouen), Georgia (Tbilisi), Germania (Berlino), Giordania (Amman), Grecia (Atene), India (Nuova Delhi), Inghilterra (Londra), Irlanda (Dublino), Israele (Gerusalemme), Libano (Beirut), Macedonia (Skopje), Malta (Gozo, La Valletta), Marocco, Messico (Guanajuato), Nigeria, Pakistan (Lahore), Polonia (Tarnów), Qatar (Doha), Repubblica Ceca (Praga), Repubblica Dominicana, Romania (Slatina), Russia (Mosca), Serbia (Belgrado), Slovenia (Lubiana), Spagna (Gijon, Madrid), Svezia (Norsborg), Svizzera (Locarno), Sudafrica (Johannesburg), Tunisia (Susa), Turchia (Istanbul), Ungheria (Piliscsaba), USA (Chicago, Los Angeles, New York, Seattle), Uzbekistan (Tashkent).

 

I VINCITORI DELLE SEZIONI COMPETITIVE

Storie di amicizia oltre ogni pregiudizio, coraggio e determinazione, voglia di riscatto, problematiche adolescenziali, sono queste le tematiche forti e quanto mai attuali arrivate da tutto il mondo in anteprima nazionale a Giffoni che hanno caratterizzato i 105 titoli in competizione (selezionati su oltre 4.600 produzioni in preselezione) e presentati nelle sezioni competitive Elements +3 (3-5 anni), Elements +6 (6-9 anni), Elements +10 (10-12 anni), Generator +13 (13-15 anni), Generator +16 (16-17 anni), Generator +18 (dai 18 anni in su) e GEx Doc.

Per i lungometraggi vince il Gryphon Award per la sezione Generator +18 l’acclamato URBAN HYMN. Vittoria annunciata dopo l’ottima accoglienza ricevuta in sala dai ragazzi del Festival dal film dello scozzese Michael Caton-Jones, che ha diretto Leonardo DiCaprio e Robert De Niro in "Voglia di ricominciare" (1993), Tim Roth in "Rob Roy" (1995), Bruce Willis e Richard Gere in "The Jackal" (1997), e girato "Scandal - Il caso Profumo" (1989). URBAN HYMN, ambientato sullo sfondo delle rivolte estive britanniche del 2011, è una storia di redenzione ambientata nel sud est di Londra. Protagonista la ribelle Jamie. Incoraggiata da Kate, un’anticonformista assistente sociale che le insegna a usare il canto come una sorta di liberazione. L'affetto di Jamie ben presto sarà conteso tra Kate e Leanne, la sua volubile e possessiva amica. Secondo Classificato della sezione è stato CHICKEN dell’inglese Joe Stephenson.

Vince il Gryphon Award per la sezione Generator +16 IL MAESTRO DI VIOLINO del brasiliano Sérgio Machado. Il violinista Laerte si prepara da anni per un’audizione con la più importante orchestra sinfonica sudamericana. La tensione è troppo alta e, vittima di una crisi nervosa, non riesce a suonare. Dopo un momentaneo disorientamento riacquista il piacere di suonare. Ma quando tutto sembra andare per il meglio, Laerte viene a sapere di una nuova audizione. Si trova dinanzi a un dilemma e la scelta non è semplice: il maestro rimanda a lungo la decisione ma alla fine abbandona la scuola. 2° Classificato della sezione è MY NAME IS EMILY dell’irlandese Simon Fitzmaurice.

Vince Generator +13 IL VIAGGIO DI FANNY della francese Lola Doillon. Siamo nel 1943, la Francia è occupata dalla Germania. Fanny, 13 anni, e le sue sorelline sono state mandate dai loro genitori in un orfanotrofio per bambini ebrei. Quando i nazisti arrivano sul territorio italiano, i membri della OSE organizzano disperatamente la partenza dei bambini verso la Svizzera. Fanny e le sorelle sono tra coloro che viaggiano verso il confine. Undici bambini, improvvisamente abbandonati a loro stessi, faranno l'impossibile per raggiungere il confine con la Svizzera e riuscire a sopravvivere. Secondo classificato della sezione è NEBBIA IN AGOSTO del tedesco Kai Wessel.

Vince il Gryphon Award per Elements +10 NELLY'S ADVENTURE del tedesco Dominik Wessely. Il viaggio della tredicenne Nelly in Romania subisce una drammatica svolta allorché scopre per caso il segreto della sua famiglia di trasferirsi là. In fuga per sfuggire al suo destino, finisce nelle mani dei rapitori! Il loro capo è un ingegnere tedesco senza scrupoli che trama per distruggere il progetto energetico di suo padre, costringendo la famiglia a lasciare il Paese. Con l'aiuto del misterioso signor Holzinger, i genitori di Nelly si mettono alla ricerca della ragazzina. Nelly a sua volta, fa amicizia con due fratelli rumeni, Tibi e Roxana, che la aiutano a fuggire. Insieme attraversano montagne e fiumi, scappano da una cella sotterranea, salgono a bordo di un treno in movimento, "prendono in prestito" una macchina e diventano degli eroi! Secondo classificato è TSATSIKI, DAD AND THE OLIVE WAR della svedese Lisa James-Larsson.

Vince la sezione Elements +6 THE WILD SOCCER BUNCH - THE LEGEND LIVES! del tedesco Joachim Masannek. Leo, suo fratello Elias, Finn, Oskar, Joshua e Matze sono ossessionati dal calcio. Sebbene abbiano sentito parlare della leggenda della Tribù del Calcio, non ci credono finché un giorno trovano una misteriosa mappa che li conduce in uno strano posto che ne dimostra l'esistenza. Si ritrovano tra i leggendari "Wild boys". I ragazzi cominciano ad allenarsi duramente ed assumono un allenatore, Willie. Ma a loro si unisce un settimo giocatore, Müller, che si rivela essere una ragazza. Secondo classificato ZIP & ZAP AND THE CAPTAIN'S ISLAND dello spagnolo Oskar Santos.

Vince la sezione GEX DOC il documentario REAL BOY dell'americana Shaleece Haas, la storia di Bennett Wallace, adolescente transgender che intraprende un viaggio alla ricerca della sua voce in quanto musicista. Durante il suo percorso Bennett stringe una forte e profonda amicizia col suo idolo, Joe Stevens, noto musicista transgender anch’egli in lotta coi suoi demoni. Secondo classificato DREAMING OF DENMARK del danese Michael Graversen.

Tra i cortometraggi, infine, vincono il Gryphon Award: per la sezione Generator +18 (fiction) BELLISSIMA di Alessandro Capitani (Italia), per Generator +18 (animazione) BLIND VAYSHA di Theodore Ushev (Canada), per Elements +10 ZOMBRIELLA di Benjamin Gutsche (Germania), per Elements +6 REAL STRENGHT di Svend Colding (Danimarca), per la sezione Elements +3 CROCODILE di Julia Ocker (Germania). Per la sezione Parental Control “Destinazione Italia” vince FINCHÉ C’È VITA C’È SPERANZA dell’italiano Valerio Attanasio.

 

ANTEPRIME

La magia Disney è stata protagonista del Giffoni Film Festival con ALLA RICERCA DI DORY che ha aperto il Festival.
Il 16 luglio è stata la volta di GHOSTBUSTERS, diretto da Paul Feig, con Melissa McCarthy, Kristen Wiig, Kate McKinnon e Leslie Jones. Con WARNER BROS. PICTURES a Giffoni è arrivata anche un’altra grande anteprima, IO PRIMA DI TE (ME BEFORE YOU) della regista Thea Sharrock, interpretato dal talento britannico Sam Claflin ospite a Giffoni, e tratto dal best-seller di Jojo Moyes.
In anteprima anche NEW YORK ACADEMY, l’opera ambientata tra i grattacieli di New York che celebra la danza e la musica attraverso le aspirazioni e i sogni di giovani artisti. Distribuito dalla Eagle Pictures, il film è stato accompagnato a Giffoni dal giovane interprete Nicholas Galitzine e alla coppia di autori Michael e Janeen Damian.
Sky ha invece proposto FUNGUS THE BOGEYMAN, film TV in live-action prodotto da Imaginarium Studios Production per Sky Television e tratto dall’omonimo libro per bambini di Raymond Briggs. A proporre il film c’era Dean-Charles Chapman, il giovane attore britannico che interpreta il ruolo di Tommen Baratheon nella serie tv "Il Trono di Spade" a partire dalla quarta stagione.

 

EVENTI SPECIALI

Il 15 luglio è stato presentato il film d’animazione IQBAL - BAMBINI SENZA PAURA (Gertie, distribuito in Italia da Academy Two) dei registi Babak Payami e Michel Fuzellier. Domenica 17 evento speciale con i registi di GATTA CENERENTOLA, il nuovo film in animazione della factory napoletana Mad Entertainment. Crisi ecologiche, economiche e sociali in TOMORROW (distribuito in Italia da Lucky Red) di Cyril Dion e Mélanie Laurent, documentario che indaga in dieci Paesi differenti cosa potrebbe causare la catastrofe e soprattutto come evitarla. Si torna al mondo magico e fatato dei più piccoli con due eventi targati Rainbow che ha portato in Cittadella MAGGIE & BIANCA FASHION FRIENDS, il primo prodotto interamente live action del ‘papà’ delle Winx Iginio Straffi, e REGAL ACADEMY, la nuova serie animata di Rai YoYo ideata da Straffi e coprodotta da Rainbow e Rai Fiction. Il 22 luglio è stato il giorno di EQUALS (distribuito in Italia da Adler Entertainment), il romantico film di fantascienza diretto da Drake Doremus e interpretato da Nicholas Hoult (ospite del GFF nella stessa giornata). UN SACCHETTO DI BIGLIE di Christian Duguay, che sarà distribuito in Italia da Notorius Pictures, è stato proposto ai giurati del Festival il 23 luglio attraverso uno speciale teaser preview.

 

MyGIFFONI

È la sezione in concorso dedicata ai cortometraggi realizzati da giovani filmmaker e studenti in collaborazione con gli istituti scolastici o con associazioni culturali che nel corso dell’anno propongono all’attenzione del Giffoni le proprie opere. Le stesse vengono pubblicate sul sito del GFF e sottoposte al giudizio della community; alle più votate l’onore di essere proiettate durante il Festival. Suddivise per fasce d’età degli autori - 6-10 anni, 11-13 anni e 14-20 anni - due i premi previsti per ciascuna categoria: “al miglior cortometraggio” e “assegnato dal pubblico a casa”.

 

OSPITI

VALERIO MASTANDREA, reduce dalla performance di "Perfetti Sconosciuti", per la regia di Paolo Genovese, è stato il primo ospite del GFF 2016. Il 16 luglio un trio tutto al femminile, GABRIELLA PESSION, ANTONIA LISKOVA e ELENA RADONICICH, mentre domenica 17 luglio ALESSANDRO TERSIGNI e l'attore romano RICKY MEMPHIS. Nella stessa giornata i ragazzi e i visitatori hanno incontrato i protagonisti di "Gomorra - La Serie", ovvero MARCO D'AMORE, SALVATORE ESPOSITO, CRISTIANA DELL'ANNA, CRISTINA DONADIO, FABIO DE CARO e MARCO PALVETTI. Primo ospite internazionale il 18 luglio NICHOLAS GALITZINE, interprete di "New York Academy". Nella stessa giornata è arrivata anche ILENIA PASTORELLI ("Lo chiamavano Jeeg Robot"). Il 19 luglio: lo chef MARCO BIANCHI e la bellissima MIRIAM LEONE ("1992"). Mercoledì 20 luglio: LUCA MARINELLI (David di Donatello per il miglior attore non protagonista con "Lo Chiamavano Jeeg Robot"). Settima giornata del GFF segnata dal talento di SAM CLAFLIN ("Hunger Games", "Io Prima di Te") e dall’esplosiva CHIARA FRANCINI ("Tutti pazzi per amore"). Il 22 luglio è il giorno di MIKA, NICHOLAS HOULT ("About a boy", "X-Men"), GIULIO BERRUTI ("È arrivata la felicità"). JENNIFER ANISTON è arrivata il 23 luglio. Nella stessa giornata i giurati hanno incontrato anche CLAUDIO SANTAMARIA e SIMONE MONTEDORO ("Don Matteo"). A chiudere il Festival il cast di BRACCIALETTI ROSSI e la splendida MADALINA GHENEA.

 

MASTERCLASS

Organizzato in tre sezioni l’appuntamento di quest’anno con Masterclass. Dalla partnership tra Giffoni e BadTaste.it, difatti, ha preso vita la BadAcademy, 8 mattine al cinema (dal 16 al 23 luglio) con la conduzione del critico cinematografico Francesco Alò (Badtaste, Rolling Stones, Il Messaggero) che, insieme ai ragazzi, ha analizzato 8 opere. Nel pomeriggio i masterclasser incontreranno “live”, nell’incantevole cornice dell’Antica Ramiera, gli autori di cui hanno visionato i lavori. I nomi scelti per affiancare i giovani in questo speciale percorso di formazione sono tra i più apprezzati del momento, con all’attivo numerosi riconoscimenti di pubblico e critica: MARCO D'AMORE con il regista FRANCESCO GHIACCIO per il film "Un posto sicuro"; l’attore e regista FRANCESCO APOLLONI, attualmente impegnato con la pre-produzione del film "La Prova"; i MANETTI BROS., tra i cui ultimi successi compare l’acclamatissima serie "L’ispettore Coliandro"; PATRICK MORAN, vice presidente esecutivo di ABC Studios con cui ha prodotto serie tv di successo; GABRIELE MAINETTI; CLAUDIO GIOVANNESI che ha firmato "Fiore"; CLAUDIO CUPELLINI, autore di "Alaska"; MATTEO GARRONE; PAOLO GENOVESE; IVAN COTRONEO; ANTONIO CATANIA; MATTEO ROVERE, autore di "Veloce come il vento".
Novità dell’edizione 2016 è Masterclass Off, condotta dal giornalista Gianmaria Tammaro. L’obiettivo dell’inedita sezione era di permettere ai più giovani - aspiranti attori e registi alle prime armi o semplici appassionati di cultura e spettacolo - di incontrare i professionisti del cinema e della televisione italiana. Rispetto al format più canonico, Masterclass Off ha una struttura più dinamica: un'intervista faccia a faccia, tra moderatore e ospite, che dà possibilità di intervento anche al pubblico. La sezione si pone l’obiettivo di individuare, indagare e raccontare quelli che sono i nuovi volti simbolo dell’entertainment italiano, così da favorire uno scambio di idee, proposte ed esperienze. Ospiti di questa edizione: CRISTIANA DELL’ANNA (16 luglio), MACCIO CAPATONDA (17 luglio), LORENZO RICHELMY (18 luglio), GIAMPAOLO MORELLI (19 luglio). Chiusura tutta al femminile per questa nuova sezione con tre astri nascenti del cinema italiano: MATILDE GIOLI (20 luglio), GRETA SCARANO (21 luglio) e SARA SERRAIOCCO (22 luglio).

 

CAMPANIA SOUND EXPERIENCE 2016

Per l’edizione 2016 è stato scelto il made in Campania come filo conduttore del percorso musicale che ha accompagnato l’evento. Dieci gli eventi live, ad ingresso libero, con la partecipazione di 18 tra band e solisti che si sono alternati dal 15 al 24 luglio sul palco in Piazza Lumière a Giffoni Valle Piana. Le atmosfere poetiche e raffinate di ENZO GRAGNANIELLO (18 luglio), le canzoni di NICCOLÒ AGLIARDI per “Braccialetti Rossi” (24 luglio), il taranta power di EUGENIO BENNATO (21 luglio), il dub degli ALMAMEGRETTA (20 luglio), ENZO AVITABILE & I BOTTARI (19 luglio) si sono alternati sul palco con i promettenti URBAN STRANGERS, ANDREA D’ALESSIO, LELIO MORRA (23 luglio), THE SHAK&SPEARES, STREET CLERKS e CIUFFI ROSSI (22 luglio). Una delle serate è stata dedicata al “Gomorra Sound” con i musicisti che hanno scritto ed eseguito l’original-soundtrack della famosa serie tv ovvero i MOKADELIC, NTÒ e LUCARIELLO (17 luglio), mentre ad aprire il programma venerdì 15 luglio sono stati i giovanissimi allievi della Caracciolo Junior Musical School di Salerno con lo spettacolo SPRAY. Riprendendo il tema dell’edizione 2016 Destinazione, tra i protagonisti anche due artisti che del viaggio e dell’integrazione ne hanno fatto un stile di vita dimostrando che è possibile, grazie alla tolleranza e alla condivisone, essere artisti di successo e diventare personaggi da imitare: si tratta della tunisina - napoletana M’BARKA BEN TALEB (19 luglio), nonché attrice cinematografica, e del salernitano-kazako SON PASCAL (18 luglio). A presentare tutti i live show la giornalista-blogger e rockettara Anna Trieste. Nell’ambito del Campania Sound Experience, inoltre, è stato consegnato al Maestro Tullio De Piscopo il Premio per i suoi splendidi 50 anni di carriera.

 

GIFFONI INNOVATION HUB - NEXT GENERATION 2016

Next Generation è la Rassegna sull'Innovazione per Ragazzi organizzata dalla creative agency Giffoni Innovation Hub all'Antica Ramiera. Giffoni Hub ha scommesso, in collaborazione con Optima Italia, sui talenti under 26 anni attraverso l'esperienza del Dream Team: squadra di giovani creativi da tutto il mondo che in 10 giorni ha realizzato due idee per il mercato delle industrie culturali e per la Multimedia Valley.
Il 20 luglio la Cittadella del Cinema, inoltre, ha accolto la finalissima nazionale del tour "TechGarage 2016 - A scuola di startup 2016", progetto di auLAB e dPixel promosso da Associazione Techgarage, Microsoft YouthSpark e Fondazione Cariplo con il supporto di Hp Italia e Cisco Italia. La competizione favorisce lo sviluppo di progetti innovativi coinvolgendo più di 5 mila ragazzi dai 16 ai 20 anni per oltre 100 idee di impresa. A presentare i vincitori Gianluca Dettori, chairman di dPixel e Shark su Italia1.
Il 23 luglio, infine, è il Crowdfunding Day, giornata promossa da Giffoni Crowdfunding e Derev sull'innovativa strategia di raccolta fondi per sostenere progetti creativi all'insegna dello slogan "se l'idea funziona, le persone la finanziano". Tra i tanti ospiti della rassegna, Riccardo Luna, consigliere del premier Matteo Renzi per l'innovazione e numero uno in Italia nel settore, che presenterà il suo documentario "Login: Il giorno in cui l'Italia scoprì internet". Durante Next Generation il Giffoni Village stato animato dai Digital Labs, i laboratori di robotica, elettronica e realtà aumentata a cura di Poste Italiane per diffondere la cultura digitale tra i bambini e i ragazzi di età compresa tra 6 e 13 anni.

 

GIFFONI STREET FEST

12 location sparse per Giffoni, oltre 50 compagnie provenienti da Italia, Kenya, India e numerosissimi altri Paesi, un cartellone composto da oltre 250 spettacoli tra teatro, narrazioni, giocolerie, clown, bolle di sapone, marionette, acrobazie circensi e una spettacolare serata dedicata alla festa dei colori indiana: è stato questo il ricco programma del Giffoni Street Fest, ovvero il Giffoni Experience che abbraccia la sua città e coinvolge tutta Giffoni Valle Piana, allietando grandi e piccini. Un progetto complesso che comprendeva varie direttrici di svolgimento e attività che andavano verso la produzione artistica di qualità e una serie di spettacoli e performance tematici di grande attrazione turistica. L’obiettivo, raggiunto, era quello di trasformare il paese centro pulsante di attività ludiche, street art, musica ed eventi unici per tutta la famiglia.

 

GIFFONI IN TV E IN RADIO

Si conferma la massiccia presenza del Festival in tv. In prima fila Mediaset, che ha offerto la più imponente produzione televisiva mai realizzata per un evento culturale. A partire dall’11 luglio (ore 9.15 circa) su Canale 5 è tornata la rassegna Ragazzi al Cinema che, per tutto il mese, ha proposto i migliori film presentati in concorso nelle scorse edizioni. Per l’intera durata del Festival, Italia1 e Canale 5 (dopo il Tg5 delle 13 e prima dell’edizione di Studio Aperto delle 12.25) hanno lavorato allo speciale “Destinazione Giffoni”, realizzando inoltre collegamenti, interviste e servizi. Per l'informazione è sceso in campo anche TgCom 24, grazie all’occhio critico del giornalista e direttore dell’emittente Paolo Liguori. Su Iris sono andate in onda finestre quotidiane per raccontare la magia della Cittadella “day by day”, a cui si è aggiunto il servizio di chiusura “Adesso Cinema Speciale Giffoni” di circa 20 minuti. Rete 4, invece, era presente a Giffoni domenica 17 luglio con l'ormai tradizionale messa in diretta; domenica 24 la celebrazione è stata trasmessa live dal comune di Montecorvino Pugliano, altro centro dei Picentini.
Fitta la copertura informativa garantita dalla Rai, attraverso le testate giornalistiche nazionali e regionali. Sempre più forte anche il legame con Rai Fiction che a Giffoni porta i volti più amati della serie tv "Braccialetti Rossi".
Dalla televisione alla radio: due gli spazi quotidiani riservati al Festival, dal 15 al 24 luglio, nell’articolata programmazione di Rai Radio2 con “I Sociopatici” e “Canicola”. Non è mancato all'appello neanche Sky, con Sky Cinema Family che ha dedicato la sua prima serata, da venerdì 15 a domenica 17 luglio, ai film che sono stati presentati nelle passate edizioni, oltre alle finestre in onda tutti i giorni sui canali Sky Cine News (dove sono previsti anche due speciali dedicati interamente al Festival) e news live su SkyTg24.
Per chi non ha potuto vivere di persona l'esperienza del Festival, c’era il Gex live, il canale in streaming web. Giffoni sarà in diretta anche sulle frequenze di LiRa Tv con interviste esclusive e dirette dal Blue Carpet.
Torna con un palinsesto tutto nuovo Radio Giffoni, on air dal 15 al 24 luglio sulle frequenze di Radio Flash, FM 93.800 e in streaming, con un palinsesto di rubriche e collegamenti per ascoltare tutta l'emozione del Festival, con ospiti, interviste, informazioni.
Tra i media partner radiofonici è tornata anche quest'anno Radio Immaginaria.

 

TEASER UFFICIALE GIFFONI FILM FESTIVAL 2016

Anche quest’anno il teaser ufficiale del Giffoni Film Festival è una suggestione in immagini originata dal tema dell’edizione. Autore del video Luca Apolito, direttore Digital Media Department del Giffoni Experience, produttore esecutivo Gianvincenzo Nastasi, direttore della fotografia Francesco Paglioli. Chiara Pepe ha curato la scenografia, Lorenzo Maffia ha composto la musica originale. Nel video si parla di un viaggio che trasforma tanto il viaggiatore quanto lo stesso mondo che viene attraversato. I protagonisti, i volti che qui costituiscono il racconto, come da tradizione sono quelli dei ragazzi che presto faranno parte della giuria. Il viaggio, per loro e per gli altri giovani che tra pochi giorni raggiungeranno Giffoni da ogni parte del mondo, comincia qui e continuerà attraversando infiniti sentieri fatti di cinema e di nuove straordinarie esperienze. Giffoni è una tappa, una prima meta, punto di snodo pensato per svelare innumerevoli nuovi sentieri.

 

GIFFONI E IL SOCIALE

Incontri con i massimi vertici impegnati per la legalità e la lotta alla corruzione, progetti di educazione per la sicurezza stradale e per la promozione della sessualità responsabile, gli appelli e le nuove emergenze lanciate dai principali operatori umanitari impegnati tra territorio nazionale e fronti internazionali: Giffoni 2016 ha aperto una finestra importante sul sociale e sulla legalità, grazie ad Aura, espressione sociale del Giffoni Experience, e alla partecipazione e collaborazione di Amnesty International, ASL Salerno, Croce Rossa Italiana, Legambiente, Medici Senza Frontiere, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, Polizia Locale di Milano, Soccorso Amico, Telefono Azzurro, che al Festival illustreranno ai ragazzi e alle famiglie i più recenti progetti, coinvolgendo giurati e talent.
Legalità, lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata: sono questi i temi discussi insieme ai giurati. Il 18 e 19 luglio, infatti, centinaia di ragazzi hanno avuto l’opportunità di conoscere chi si dedica, con costanza e abnegazione, alla lotta contro ogni forma di criminalità. Si tratta, questo, di un momento altamente formativo per i nostri giurati che avranno la possibilità di rivolgere domande e curiosità ad autorevoli personalità che lavorano per garantire la democrazia e la giustizia nel nostro Paese. Si è parlato di lotta alla corruzione con la massima autorità in questo campo, il Presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone che, tra le altre cose, ha spiegato quali siano le attività e gli obiettivi che si prefigge di realizzare l’ANAC. Si è discusso di legalità, democrazia, rispetto delle regole e lotta alla criminalità organizzata con il Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia Antonio Laudati e il Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Salerno Corrado Lembo. All’interno di questa cornice è stato presentato il film “Il ragazzo che sognava un bar”, realizzato dall’Istituto di Istruzione Superiore Statale Cine-TV “Roberto Rossellini”. Il film fa parte di un progetto prodotto dalla Fondazione Rossellini con il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri e realizzato dalla Scuola Ufficiali dell’Arma.

finanziatoda nuovo